La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 24 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Nuova legge regionale che riforma la professione dei maestri di sci

Gli allievi maestri di sci saranno tenuti a svolgere una vera e propria attività di insegnamento condotta sotto la vigilanza dei direttori delle scuole di sci

Torino

La Guida - Nuova legge regionale che riforma la professione dei maestri di sci

È diventata legge la proposta del consigliere regionale Paolo Bongioanni che riforma la professione dei maestri di sci in Piemonte. L’aula di Palazzo Lascaris ha approvato ieri, mercoledì 27 marzo, la proposta di legge n. 291 “Modifiche alla Legge regionale 23 novembre 1992, n. 50”, ideata e promossa come primo firmatario dal capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Paolo Bongioanni. Una norma che modifica e aggiorna una legge risalente al 1992, e che nel suo percorso ha raccolto anche il sostegno dei consiglieri Davide Nicco e Carlo Riva Vercellotti (FdI), Valter Marin e Alberto Preioni (Lega).
“È una riforma scritta con i maestri – spiega Bongioanni -. Abbiamo raccolto le istanze del Collegio dei Maestri di Sci del Nord-ovest e le abbiamo tradotte in uno strumento legislativo al passo con i tempi, che fornirà anche una maggiore preparazione al termine del corso ai neo-maestri appena diplomati”.
La modifica interviene su una legge regionale ferma da tanti anni, e va a rinnovare la formazione dei maestri nel rispetto della legge quadro nazionale, la 81/1991 che resta immutata. Da oggi in Piemonte gli allievi maestri di sci, una volta superati gli esami relativi ai primi moduli dei corsi tecnico-pratici e durante il periodo della formazione volta al conseguimento dell’abilitazione professionale, saranno tenuti a svolgere una vera e propria attività di insegnamento condotta sotto la vigilanza dei direttori delle scuole di sci, per un numero di ore che sarà determinato attraverso uno specifico regolamento adottato dal Collegio regionale dei maestri di sci.
Grande soddisfazione per il risultato dal Collegio regionale dei maestri di sci, che in Piemonte conta oltre 3.700 iscritti distribuiti in quasi 50 scuole sci. Il presidente regionale Pier Paolo Ballarè: “Un vivo ringraziamento al lavoro compiuto da Paolo Bongioanni e ai gruppi consiliari che hanno permesso l’approvazione della norma. Da parte nostra è molto sentita l’esigenza di potenziare il tirocinio dei maestri neo-abilitati per aumentarne la professionalità finale, dando loro al tempo stesso la possibilità di cominciare ad esercitare concretamente la professione sotto il controllo del direttore di una scuola di sci. La normativa precedente prevedeva un tirocinio obbligatorio di 40 ore non retribuito. La nuova demanda invece al Collegio regionale – attraverso un regolamento attuativo che stenderemo – la quantificazione del monte ore di tirocinio, diverso per le tre discipline sci alpino, snowboard e fondo. A sostegno dei maestri tirocinanti stiamo studiando la possibilità di istituire borse di studio che contribuiscano ad abbattere i costi della formazione a loro carico”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente