La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La storia infinita di quei “rifiuti speciali” di Paesana 

Le tante promesse disattese dell’Ufficio Tecnico Comunale 

La Guida - La storia infinita di quei “rifiuti speciali” di Paesana 
Paesana – Quella raffigurata nella fotografia è l’immagine di quanto resta di un inizialmente enorme cumulo di immondizia dato dalla raccolta della spazzatura della piazza del mercato nell’ultimo ventennio, ogni santa settimana dell’anno, e scaricato in un angolo del cortile del municipio.
Non ne conosciamo i motivi, ma sappiamo che per le vigenti normative in materia di ambiente essi sono definiti “rifiuti speciali” e che come tali non solo vanno trattati, ma neppure sono i vicini di casa che ciascuno sogna idealmente di avere.
Il geometra Andrea Caporgno, responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Paesana il 30 luglio 2022 ne aveva annunciato l’imminente rimozione (“Perlomeno delle “prime 10 tonnellate, il resto a seguire”). Il problema stava tutto – ci fu detto allora – nella necessità di apportare le necessarie variazioni al bilancio per fare intervenire una ditta specializzata. Poi gli scenari cambiarono e la parte sinora rimossa di questo mucchio di “monnezza”, ha fatto poche centinaia di metri per trovare ospitalità nel vicino spiazzo dell’ex segheria comunale.
 Da quel luglio 2022 sono ormai trascorsi quasi 17 mesi e la fotografia, come detto, è stata scattata ieri, martedì 20 febbraio 2024.
Nel frattempo ’Ufficio Tecnico era tornato a darci per certo “il recupero ed il trasporto in discarica il 14 settembre scorso”. Così il sindaco Emanuele Vaudano nell’ottobre scorso.
“Speciali” non vuol dire “nocivi” o “tossici”. Ma quei rifiuti che ancora ingombrano uno spazio del cortile del municipio, restano comunque dei vicini davvero indesiderati. Di cui tutti farebbero volentieri a meno.
Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente