La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Federico Borgna: “Non mi candido alla Regione!”

L’ha tirato in ballo Italia Viva ma l’ex sindaco e presidente della provincia declina del tutto l’invito

La Guida - Federico Borgna: “Non mi candido alla Regione!”

Cuneo – “Mi fa piacere non essere stato dimenticato come amministratore e godere di stima anche in altre parti del Piemonte, ma declino l’invito. Ho fatto l’amministratore pubblico per dieci anni nel Comune capoluogo e come presidente della Provincia e sono state due esperienze incredibili ma ogni cosa ha un suo tempo. E la corsa alla Regione non è mia scelta in questo momento della vita. Il territorio cuneese in questo senso è già ampiamente rappresentato da una parte e dell’altra: sul fronte del centrodestra il presidente Cirio si ricandiderà e sul fronte del centrosinistra c’è la disponibilità di Chiara Gribaudo. Non c’è bisogno di un altro cuneese in corsa”. 

Così Federico Borgna per dieci anni sindaco di Cuneo e per otto presidente della Provincia, oggi tornato al suo lavoro di consulente finanziario ha smentito le vocoi di una sua candidatura alleregionali di giugno.
Il suo nome è stato tirato in ballo da alcune settimane, in realtà già a novembre dal palco di Torino, da parte di Italia Viva di Matteo Renzi, della piemontese Silvia Fregolent, e del coordinatore provinciale Francesco Hellmann. Federico Borgna, secondo Italia Viva sarebbe il candidato ideale da contrapporre ad Alberto Cirio nella corsa elettorale per la presidenza della Regione Piemonte: moderato, un uomo di centro che ha dimostrato di saper allargare alla società civile, lontano dai sovranisti che governano con Cirio e dai populisti, con una grande esperienza sul campo amministrativo di un capoluogo, di una provincia complessa come quella di Cuneo, ma anche con una serie di incarichi ricoperti a livello regionale e nazionale, con conseguenti esperienze, rapporti e contatti. Secondo Italia Viva la scelta non dispiacerebbe a buona parte del centrosinistra, compreso una parte del Pd, che è ancora in grande confusione e andrebbe a erodere voti importanti nel mondo moderato, primi fra tutti proprio alla Lista Cirio.
Una scelta dunque che in qualche modo forse non dispiacerebbe anche agli attuali tre partiti di centrodestra che non hanno mai nascosto una certa ostilità nei confronti dell’aggiunta Lista Cirio in questo secondo mandato.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente