La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il tavolo di crisi permanente sull’ex Ilva che coinvolge Racconigi

Incontro a Novi Ligure per il gruppo conta in Piemonte tre stabilimenti: a Novi Ligure, Racconigi e Gattinara, con oltre 3000 lavoratori coinvolti

La Guida - Il tavolo di crisi permanente sull’ex Ilva che coinvolge Racconigi

tavolo ilva novi ligure

Novi Ligure – Si è svolta questa mattina, venerdì 9 febbraio, a Novi Ligure, la riunione per l’istituzione di un tavolo di crisi permanente sulla difficile situazione dell’ex Ilva.
All’incontro hanno partecipato il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio; gli assessori regionali al Lavoro, Elena Chiorino e al Turismo, Vittoria Poggio; il presidente della provincia di Alessandria, Enrico Bussalino; i sindaci dei Comuni di Novi Ligure e Racconigi, insieme ai rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, i sindacati di categoria Fiom Cgil, Fim Cisl e Uil, e le Rsu.
Quale luogo di insediamento del tavolo di crisi si è scelto Novi Ligure in quanto sede del più grande dei tre stabilimenti del gruppo presenti in Piemonte, insieme a Racconigi e a Gattinara.
“Quella dell’Ilva – spiega il governatore regionale Alberto Cirio – è una crisi che non riguarda solo Taranto, ma è di portata nazionale e in Piemonte coinvolge 3 mila lavoratori, tra quelli diretti e quelli dell’indotto. Dobbiamo quindi tenere alta l’attenzione e lavorare insieme al Governo per salvaguardare e rilanciare un settore strategico non solo per il nostro Paese, ma anche per questa Regione”.
Il sindaco di Novi Ligure ha, quindi, rimarcato che Ilva conta a Noli 600 operai, più tutte le realtà dell’indotto coinvolte.
Il tavolo di crisi permanente è stato riconvocato per la prima settimana di marzo, ma sarà pronto a riunirsi in caso di sviluppi a livello nazionale.
La prossima settimana, invece, sarà convocato un tavolo tenico in Regione per valutare le questioni relative agli ammortizzatori sociali.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente