La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 14 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È morta Mariangela Cotto

Già assessore regionale alle Politiche Sociali e vicepresidente del Consiglio regionale, aveva 76 anni

La Guida - È morta Mariangela Cotto

Mariangela Cotto

Asti – È morta ieri sera, domenica 28 gennaio, per un malore improvviso, Mariangela Cotto.
Nata il 2 febbraio 1947, volto noto della politica piemontese, la donna avrebbe compiuto a breve 77 anni ed era molto impegnata anche sul fronte sociale.
Militante nelle fila della Dc negli anni Settanta, era stata consigliere comunale ad Asti, poi consigliere provinciale ed infine era approdata in Consiglio regionale a metà degli anni Novanta. Passata a Forza Italia, fu assessore regionale alle Politiche Sociali nella Giunta guidata da Enzo Ghigo, dal 2000 al 2005. Il 28 novembre 2007, nella Giunta presiduta da Mercedes Bresso, divenne Vicepresidente del Consiglio regionale. Fu anche assessore alle Politiche Sociali nella sua città, Asti, a fianco del sindaco Maurizio Rasero.
In prima linea nel sostegno alle persone fragili e anziane , aveva contribuito alla nascita dell’associazione “Il Dono del Volo”.
In una nota stampa è giunto ai familiari il cordoglio della Regione Piemonte, del presidente Alberto Cirio e della sua Giunta, che hanno commentato: “La notizia della morte di Mariangela Cotto lascia sgomenti. La sua passione politica è stata contagiosa, il suo impegno istituzionale e sociale instancabile. La Regione Piemonte ha avuto in Mariangela una rappresentante preziosa e determinata”.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente