La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 21 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Entro la fine dell’anno il bando per il nuovo ospedale, con qualche se… (video)

Il 2 febbraio la Conferenza dei servizi poi un cronoprogramma dettagliato che dovrebbe finire a luglio con il bando di un cantiere lungo sette anni

La Guida - Entro la fine dell’anno il bando per il nuovo ospedale, con qualche se… (video)

Cuneo – Il cronoprogramma dell’iter per il progetto del nuovo ospedale di Cuneo è dettagliato ma la data di quello che sarà fondamentale, ovvero il bando per la costruzione, non c’è ancora. Il presidente della Regione Alberto Cirio e il suo assessore Luigi Icadi nella conferenza stampa di oggi, giovedì 25 gennaio, seguita alla cabina di regia dicono “entro la fine dell’anno”. A dettare i tempi il direttore generale dell’Aso Santa Croce e Carle, Livio Tranchida

Il 2 febbraio sarà convocazione della Conferenza preliminare dei servizi dove sono convocati tutti gli enti interessati e i portatori di interesse: Comune di Cuneo, Provincia, Vigil del Fuoco, Arpa, Soprintendenza…
Dopo 45 giorni a metà marzo avvertà l’acquisizione dei pareri preliminari della Conferenza dei servizi.
Entro il 30 aprile ci sarà l’adeguamento del PFTE del Progetto di Fattibilità Tecnico Economico, rispetto alle indicazioni formulate dall’Advisor Bocconi.
A inizio maggio ci sarà l’analisi, da parte di Advisor, dell’Azienda Ospedaliera e dei consulenti, del PFTE adeguato a cui seguirà la trasmissione alla Regione degli esiti delle analisi.
Intanto all’inetrno si creerà un tavolo con i capi di dipartimento e i primari per lo studio e l’analisi del progetto.
A giugno ci sarà la validazione del PFTE da parte di organismo certificato e accreditato, finalizzato alla predisposizione degli atti di gara
A luglio l’emissione del “parere vincolante” regionale e la dichiarazione di fattibilità (scadenza condizionata dalla tempistica ministeriale).
Solo dopo tutti questi passaggi sarà possibile avere il bando per un progettto che prevede un cantiere lungo sette anni. Ma ci sono tanti ma tra cui l’esito della contrattazioen con il ministero, l’utilizzo dei fondi già stanziati deio 150 milioni articolo 20 e le elezioni regionali che bloccano per mesi la macchina regionale.

“Oggi è una data importante – dichiarano il presidente della Regione Cirio e l’assessore regionale alla Sanità Icardi -, perché rappresenta un punto di svolta. Il progetto proposto dal partner privato ha ottenuto il parere positivo degli advisor esterni e può passare al vaglio della Conferenza dei servizi. Siamo di fronte a delle certezze, il partner privato ha comunicato la disponibilità a recepire le ultime richieste degli advisor, per cui si può entrare nella fase decisiva per bandire la gara. Un risultato che premia il lavoro corale e determinato di amministratori e professionisti, con in testa la direzione dell’Azienda ospedaliera di Cuneo, stazione appaltante dell’opera. Parallelamente, la Regione ha attivato il percorso per ottenere l’autorizzazione all’utilizzo dei fondi ministeriali già previsti per l’opera, così come si sta impostando con il Comune di Cuneo il confronto sulla destinazione socio-sanitaria del Santa Croce, dopo la sua dismissione”.

cuneo cabina di regia slides giornalisti

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente