La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 14 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Nuova condanna per un giovane a Cuneo, dopo le lesioni il Daspo

Non poteva avvicinarsi alla zona della stazione, aveva preso a sassate un autista di pullman durante il tentativo di rubare una bicicletta

La Guida - Nuova condanna per un giovane a Cuneo, dopo le lesioni il Daspo

Cuneo – Dopo il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate ai danni di un autista di autobus, è arrivata anche la terza condanna per A. B., ghanese in Italia con un permesso di richiedente asilo; l’uomo è stato condannato a otto mesi reclusione per inottemperanza al Daspo urbano emesso nei suoi confronti a giugno 2022, in base al quale non doveva avvicinarsi alla zona della stazione ferroviaria. Era il 10 giugno quando una pattuglia dei Carabinieri lo fermò in zona stazione, contestandogli l’inosservanza del provvedimento emesso nei suoi confronti: “Subito ci ha fatto capire che non gli interessava che il provvedimento fosse in atto e se ne è andato verso corso Giolitti”, ha riferito al giudice uno dei militari intervenuti. Nonostante l’uomo si fosse rifiutato di firmare la contestazione, la notifica era stata perfezionata e il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a quattro mesi di reclusione e 3.000 euro di multa. Una richiesta di condanna contestata dalla difesa dell’uomo che ha messo in dubbio la capacità dell’imputato di comprendere pienamente quello che gli era stato contestato dai Carabinieri. Una richiesta rigettata dal giudice che ha condannato l’imputato a otto mesi di reclusione. La condanna va ad aggiungersi a quelle in primo grado per resistenza a pubblico ufficiale, avvenuta nell’aprile 2021 quando, in periodo Covid, diede una spinta all’agente della Polizia ferroviaria che lo invitava a indossare la mascherina mentre si trovava all’interno della stazione e alla condanna a un anno e sei mesi di reclusione per lesioni al conducente di pullman che fu preso a sassate per aver impedito che A. B. rubasse la bicicletta di un suo collega parcheggiata nel piazzale di sosta dei pullman al Movicentro, condanna che gli è valsa anche la revoca della sospensione condizionale.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente