La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’imprenditore Giuseppe Piumatti: “Non sono candidato a sindaco di Bra”

L'imprenditore declina l'invito. Nel centrosinistra si ricandida Gianni Fogliato per il secondo mandato

La Guida - L’imprenditore Giuseppe Piumatti: “Non sono candidato a sindaco di Bra”

Bra – “Declino l’invito. Non sono candidato a sindaco di Bra. Ho un’azienda che per me è la mia quarta figlia e anche se sono già affiancato dalle mie due bravissime figlie, credo sia giusto essere ancora qui ogni mattina, dietro la mia scrivania, come faccio da oltre 35 anni”.
Così l’imprenditore Giuseppe Piumatti, presidente di Bra Servizi – Gruppo Piumatti, smentisce la sua candidatura a giugno come possibile sindaco di Bra. Da settimane infatti si rincorrono le voci di una sua candidatura a primo cittadino per il centrodestra.
“La politica mi appassiona, – aggiunge Piumatti – anche perché è solo attraverso di essa che si possono risolvere le difficoltà di un territorio e valorizzarne le peculiarità, ed è sempre la politica che aiuta i cittadini ad affrontare momenti critici, senza lasciare nessuno indietro e fornendo anche gli strumenti giusti per operare al meglio. Amministrare una città, è come amministrare un’azienda o anche, passatemi il termine, amministrare una famiglia. Gli ingredienti sono sempre quelli: lealtà, costanza, voglia di lavorare per creare insieme un futuro migliore”.

A Bra è certa la candidatura per il centrosinistra del sindaco uscente Gianni Fogliato che porova il suo secondo mandato.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente