La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 21 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Aggredì un commerciante nel suo negozio, un uomo condannato

Il fatto avvenne a Borgo San Dalmazzo, a luglio 2021: coinvolto anche un terzo soggetto, che non è stato individuato

La Guida - Aggredì un commerciante nel suo negozio, un uomo condannato

Borgo San Dalmazzo – Aggredito sulla porta del proprio negozio all’interno di Borgo Mercato da un uomo che conosceva di vista, senza neanche sapere perché; è accaduto nel primo pomeriggio del 17 luglio 2021 ed è stata la vittima dell’aggressione a raccontare al giudice che mentre stava sistemando capi di abbigliamento sul retro del negozio si era accorto che l’uomo (V. A., pregiudicato) era entrato e aveva guardato dietro le casse e velocemente se ne era andato. “L’ho seguito per chiudere la porta a vetri e appena mi sono affacciato mi ha urlato contro e mi ha dato un calcio sulla coscia, poi pugni e schiaffi e nel frattempo si è aggiunto un altro uomo che non avevo mai visto per picchiarmi anche lui”. Rocambolesca la fuga del commerciante che per liberarsi dei due aggressori è scappato all’interno del supermercato, dove è stato raggiunto nella corsia delle confezioni d’acqua e ancora picchiato: “Sono riuscito di nuovo a scappare e mi sono rifugiato dentro la tintoria dove sono riuscito ad avvisare i Carabinieri”. L’attenzione dei due però nel frattempo si era spostata all’arredo del negozio di abbigliamento della vittima, dove i due avrebbero mandato in frantumi un tavolo di vetro e buttato a terra manichini e capi di abbigliamento. Se da un lato non è stato difficile individuare il principale aggressore che la vittima già conosceva, non è stato invece trovato il secondo uomo che è rimasto ignoto. Interrogato dai Carabinieri, l’uomo avrebbe detto che il commerciante lo aveva pedinato e forse anche minacciato: “Ma non è assolutamente vero che lo pedinavo, anzi, spesso quando veniva al centro commerciale mi parlava facendomi perdere anche tempo mentre lavoravo e alla fine cercavo di evitarlo”. Anche se l’uomo non aveva inizialmente denunciato l’aggressione per paura, il fascicolo è arrivato lo stesso in tribunale in quanto procedibile d’ufficio ed è su questo elemento che si è basato il difensore nel sostenere che non era vero che ci fosse un secondo uomo quel giorno ad aggredire il commerciante e che trattandosi quindi di un reato procedibile a querela – che in questo caso non era stata fatta – il suo assistito andava assolto. Di tutt’altro avviso l’accusa che ha chiesto una condanna a un anno di reclusione, richiesta di condanna accolta dal giudice che ha aggravato la condanna a un anno e quattro mesi di reclusione con provvisionale risarcitoria in favore della parte civile costituita.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente