La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 25 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Ad “Operazione Colomba” il Premio Internazionale Vassallo Ghibaudo Bernardi

Il progetto dell’Associazione Papa Giovanni XXIII che opera nelle zone di guerra si aggiudica la prima edizione del Premio

La Guida - Ad “Operazione Colomba” il Premio Internazionale Vassallo Ghibaudo Bernardi

Boves – “Operazione Colomba” “per la vastità di interventi e per la trasversalità crea occasioni costanti di incontro, di dialogo tra parti in conflitto, di convivenza pacifica in paesi o etnie tra loro in lotta; costruisce relazioni di fiducia tra popoli – con convinzioni religiose politiche sociali economiche diverse – con la difesa e la tutela delle minoranze o dei più deboli attraverso il metodo della nonviolenza. Il progetto coinvolge in molte parti del mondo un numero sempre più grande di attori che stanno in situazioni di forte difficoltà, scegliendo strade alternative alla violenza pura con la capacità e la determinazione di entrare in azione e costruire percorsi di dialogo, di tutela della dignità umana calpestata nei suoi diritti primari e di riconciliazione in vista del bene comune, agendo con tempestività, imparzialità e tenacia in contesti di forte pericolosità”. E’ questa la motivazione con la quale è stato attribuito il I Premio Internazionale “Vassallo, Ghibaudo, Bernardi – operare per il bene comune”.
A effettuare la scelta, la giuria coordinata da Luigi Pellegrino e composta da Virginia Golinelli (nipote di Antonio Vassallo), Alessandra Liberio (coordinatrice Scuola di Pace),  Roberta Sguaiser (consiglio Pastorale Boves), don Gianluca Busi (delegato del Cardinale Matteo Zuppi), don Angelo Romano (Comunità di S. Egidio, Rettore S. Bartolomeo all’Isola), Luciano Milani (Castello di Godego), suor Maria Angela Zanichelli (Monastero di Montesole), Rosanna Tabasso (responsabile Sermig), Chiara Genisio (giornalista), Giovanni Quaglia (economista) e Andrea Merlo (industriale). Un premio nato con l’obiettivo di ricordare il sacrificio dei tre bovesani illustri che il 19 settembre 1943 seppero preferire il bene della propria collettività alla salvezza della loro vita. Attraverso il conferimento di questo riconoscimento, si vuole contribuire alla formazione di un mondo aperto, solidale e attento ai bisogni dei più deboli. “Operazione Colomba” è un progetto dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII che nasce nel 1992. L’obiettivo è quello di vivere con i volontari, la “nonviolenza” in zone di guerra. Attualmente opera in Palestina – Cisgiordania/Israele, Libano/Siria, Cile, Colombia e, dal 2022 in Ucraina. I referenti operano al fianco delle popolazioni a rischio di sopravvivenza vivendo nel pericolo e sperimentando l’esperienza della resistenza non violenta. Undici in totale le candidature pervenute alla giuria attraverso le quali venivano segnalate persone, associazioni e progetti, esempi concreti di chi, pur con convinzioni politiche, religiose, culturali, economiche, sociali diverse o contrapposte, agisce lavorando per la pace e per il bene comune. Il riconoscimento attribuito nel 2023 riguarda la sezione “dialogo per il bene comune”. Negli anni pari, il Premio valorizzerà chi opera alla ricerca del “dialogo fra generazioni”.
La cerimonia di premiazione si svolgerà durante un meeting in programma in autunno (fine ottobre). Non sono previste medaglie o denaro ma la pubblicazione degli atti del convegno.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente