La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Limonetto: pro loco riceve due segnalazioni per attività abusive, ma all’arrivo dei vigili è tutto regolare

Una denuncia riguarda i cavalli fatti sostare nel campetto da calcio, un'altra (poi smentita) la vendita di cibo senza autorizzazione

La Guida - Limonetto: pro loco riceve due segnalazioni per attività abusive, ma all’arrivo dei vigili è tutto regolare

Limone Piemonte – Due segnalazioni sono state notificate nei giorni scorsi alla pro loco di Limonetto a causa di una presunta mancanza di licenze per vendere alimenti. Le denunce sono state effettuate venerdì 11 agosto direttamente al sindaco di Limone Piemonte e nella frazione è stata inviata la Polizia locale, per verificare che tutto fosse in regola. La presidente della pro loco limonettese, Martina Di Battsta, riferisce che “la prima denuncia si riferiva al fatto che avessimo allestito una stalla nel campetto da calcio (ovvero l’iniziativa di proepdeutica di equitazione “battesimo della sella” ndr)” tuttavia “l’evento aveva una durata di tre ore e i vigili, al loro arrivo, non hanno trovato nulla di riconducibile a una stalla”.

La seconda segnalazione riguarda la vendita di alimenti e bevande: “gli agenti mi hanno detto che, sulla base di una segnalazione, la pro loco stava svolgendo un’attività abusiva con tanto di listino prezzi. Un’attività, però, che di abusivo non ha nulla visto che siamo in possesso di regolari bolle dei fornitori e di regolari richieste protollate (cioè depositate) in Comune.”

I vigili quindi hanno certificato la regolare attività della pro loco.

Perché la pro loco ha scelto di vendere alimenti?

Il Consiglio ha optato per la vendita di cibo e bevande perchè da pochi mesi il bar del paese ha chiuso e l’unico esercizio attivo in zona è l’alimentari Giordano (che vende anche cibo e bevande, ma senza consumazione in loco). La somministrazione della pro loco è temporanea: durerà fino al 20 agosto.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente