La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 26 febbraio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

No al terzo mandato dei sindaci: sei interessati in provincia

Maurizio Paoletti di Boves, Marco Gallo di Busca, Enrico Faccenda di Canale, Giuseppe Chiavassa di Centallo, Mauro Calderoni di Saluzzo e Giancarlo Panero di Verzuolo

La Guida - No al terzo mandato dei sindaci: sei interessati in provincia

Cuneo – Sembra non ci sia speranza per il terzo mandato dei sindaci già a partire dal prossimo 2024.
La volontà della maggioranza è quella di modificare il Tuel, il testo unico degli enti locali, e ampliare anche per  i Comuni sopra i 5.000 abitanti la possibilità del terzo mandato, ma potrebbe volerci più tempo rispetto alla riforma delle Province. I sindaci, buona parte dell’Anci, e alcuni emendamenti presentati nella prima Commissione Senato che ha concluso mercoledì 26 luglio la discussione generale sulla riforma delle Province,  spingono perché la questione venga affrontata nello stesso disegno di legge, ma al momento il testo base in discussione non prevede modifiche in questo senso.
E dunque per il 2024 la possibilità sembra sfumare, anche perché pesa la sentenza della Corte Costituzionale di marzo  che contesta nel caso dei Comuni “la troppo lunga concentrazione del potere in capo a una sola persona”.
Un nodo da sciogliere che in provincia riguarda solo sei attuali sindaci in scadenza dopo dieci anni di governo: Maurizio Paoletti di Boves, Marco Gallo di Busca, Enrico Faccenda di Canale, Giuseppe Chiavassa di Centallo, Mauro Calderoni di Saluzzo e Giancarlo Panero di Verzuolo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente