La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 2 marzo 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È morto Michelangelo Beltramone, fruttivendolo di Bagnolo

Per 35 anni ha condotto con la moglie Livia il banco di frutta fresca e verdura al mercato del sabato mattina a Boves

La Guida - È morto Michelangelo Beltramone, fruttivendolo di Bagnolo

Michelangelo Miki Beltramone

Boves – A Boves lo ricordano in tanti perché per 35 anni ha condotto, con la moglie Livia, il banco di frutta fresca e verdura al mercato del sabato mattina. Michelangelo (Miki) Beltramone è scomparso ieri, mercoledì 5 luglio, a 67 anni per un malore a Bagnolo Piemonte. In pensione da quattro anni, stava lavorando nel campo accanto al frutteto di famiglia in frazione Villar quando, a causa di un malore, è sceso dal trattore su cui stava lavorando e si è accasciato al suolo. Qui lo hanno trovato i familiari i quali hanno precisato che non si è trattato di un incidente agricolo, come riportato da alcuni organi di informazione.
Beltramone era molto ben voluto per la cortesia e l’affabilità con cui serviva i clienti e i bovesani lo cercavano tra i banchi come “il fruttivendolo di Bagnolo” che proponeva sempre della bella merce. Oltre a Boves, svolgeva l’attività di commerciante ambulante anche a Cumiana, Cavour e la stessa Bagnolo.
Lascia la moglie Livia, il figlio Davide con Marianna e la nipotina Eleonora.
La data dei funerali non è ancora stata fissata.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente