La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Nuove regole per l’etichettura degli imballaggi

La normativa prevede di inserire specifiche relative ai materiali per facilitare la raccolta differenziata

La Guida - Nuove regole per l’etichettura degli imballaggi

Cuneo – Dal 1° gennaio 2023 tutti gli imballaggi devono essere opportunamente etichettati secondo le indicazioni contenute nelle linee guida del Ministero dell’Ambiente. La normativa prevede che sugli imballaggi devono essere riportate obbligatoriamente alcune specifiche:

• materiale dell’imballaggio

• codifica del materiale contenuta nei documenti di consegna redatti a cura del produttore degli stessi imballaggi sulla base di un elenco stabilito a livello europeo

• indicazioni sulla raccolta differenziata, vale a dire, la famiglia di materiale e le indicazioni sulla raccolta, consigliando al consumatore le forme adeguate ai fini del corretto conferimento.

In alternativa all’apposizione fisica dell’etichetta le linee guida consentono l’impiego di strumenti digitali come il rimando a un’app, a un sito web o l’utilizzo di QR code. Le indicazioni consigliano anche di identificare i materiali facendo ricorso ai codici cromatici individuati dalla normativa tecnica per facilitare l’identificazione visiva dei contenitori presenti nei diversi Comuni e di riportare la dicitura”Verifica le disposizioni del tuo Comune”. 

Nei rapporti tra professionisti, le informazioni da riportare riguardano soltanto la codifica identificativa del materiale di imballaggio. Occorre distinguere tra:

• imballaggio monocomponente, costituito da un solo materiale;

• imballaggio composto, costituito da diversi materiali non separabili manualmente;

• imballaggio multicomponente, costituito da un imballaggio principale (una bottiglia) e altri componenti (come il tappo o l’etichetta) che possono essere separabili (come il tappo) o non separabili (come l’etichetta) manualmente. In questo caso, per le singole parti separabili devono essere indicati i materiali e i codici identificativi e le modalità di raccolta.

Per gli imballaggi cosiddetti neutri, quali i preincarti e i preimballi impiegati al banco del fresco o al libero servizio e destinati a contatto con gli alimenti, le indicazioni sui materiali dell’imballaggio e sul codice alfanumerico possono essere riportate in apposite schede informative rese disponibili ai consumatori finali nel punto vendita o anche mediante i siti internet di imprese e rivenditori.

Per gli imballaggi multilingua, di importazione o di piccole dimensioni, le informazioni possono essere veicolate tramite canali digitali o rese disponibili nel punto vendita ovvero mediante siti internet dell’impresa o del rivenditore.

Gli imballaggi privi dei requisiti previsti dalle linee guida e già immessi in commercio o etichettati al 1° gennaio 2023 possono essere commercializzati fino ad esaurimento delle scorte.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente