La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 16 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

A Chiusa Pesio il 5° AmiCorti Film Festival

Martedì 20 giugno (con prenotazione online) riparte la quinta edizione di AmiCorti IFF e durerà fino a domenica 25 giugno alle ore 23.

La Guida - A Chiusa Pesio il 5° AmiCorti Film Festival

Da martedì 20 giugno (con prenotazione online) riparte la 5a edizione di AmiCorti IFF, manifestazione che durerà fino a domenica 25 giugno alle ore 23. I numeri sono di ottimo auspicio: verranno proiettati in totale 87 film (contro i 70 dell’edizione 2022, che era al Villaggio Cinema di Formont S.c.a.r.l.s), dei quali 14 lungometraggi (erano 7), 51 cortometraggi (36), 5 documentari (2), 9 animazione (5), 5 videoclip (3), e 5 corto scuola (3). Saranno proposte due anteprime mondiali, 9 anteprime internazionali, 20 anteprime europee e 40 anteprime italiane.

Nei giorni del Festival in giro per Chiusa di Pesio e Unione Montana Alpi del Mare si potranno incontrare molti protagonisti della cultura internazionale e dello schermo, come Roger Rueff, Deborah Rennard, Tiziana Martini, Gabriel Corrado, Joshua Anthony Jones, Shireenah Ingram, Al Sapienza, Joseph Sernio, Dean Hamer, Moisé Curia, Samantha Lavin, Maurizio Matteo Merli, Deniz Montevaselli, Milad Mansouri, Midia Kiasat, PJ Bracco, Roberto Baldassarre, Laura Ceretto, Massimo Lecchi, e tanti altri. A valutare i film in concorso ci sarà una giuria di grande prestigio, con presidente la regista e attrice statunitense Nana Ghana. Le sezioni competitive sono 6: concorso principale (cortometraggi di finzione); temi impegnativi, storici, politici e di diritti umani, tutti meritevoli di grande attenzione. Tra questi un solo prodotto italo francese Il ritardo di Mattia Napoli, la cui trama racconta di Arturo, persona metodica, che soffre di un terribile glitch (desincronizzazione tra immagine e suono) che cambia radicalmente la percezione della sua vita. Quello che a prima vista sembra essere un handicap incongruo, alla fine si trasformerà in una opportunità per osservare la realtà da una nuova angolazione. La discrepanza tra suono e immagine creerà effetti sorprendenti e talvolta comici.

Le altre sezioni competitive

Lungometraggio

10 lungometraggi più uno fuori concorso, si segnala per la tematica rilevante di disuguaglianze e immigrazione. Ci sarà una importante anteprima internazionale: The Bastard Sons di Kevin Interdonato bravissimo attore e ora anche regista, americano, che racconta di Vincent, il gangster di una piccola città: lui e Dobson (Joseph Sernio) cercano vendetta sulla famiglia, dopo che un lavoro all’interno ha lasciato il loro capo ucciso.

Animazione

La sezione Animazione, porterà a Chiusa di Pesio due anteprime internazionali. The sprayer di Farnoosh Abedi racconta le terre occupate dall’esercito degli irroratori, nessuno ha il diritto di coltivare alcun tipo di piante né in pubblico né in privato, e Aikane, di tre registi americani (Daniel Sousa, Dean Hamer, Joe Wilson): capolavori di tecnica e storia del valoroso guerriero dell’isola,
ferito in battaglia contro invasori stranieri, cade in un misterioso mondo sottomarino. Quando il polpo che lo ha salvato si trasforma in un bel giovane, diventano aikāne, legati dall’amore e dalla fiducia, e inizia un’avventura epica. Una anteprima italiana sarà Steps di Tatiana Moshkova e Marina Moshkova, la solidarietà delle persone per aiutare il monaco solitario per salvare un piccolo albero di limone. Ecce di Margherita Premuroso, che racconta un viaggio escheriano che attraversa la giornata qualunque di una donna che rivive ogni giorno lo stesso compito dal quale non riesce a districarsi. Presto ci si accorgerà che questa non è la storia di una sola donna ma di tante persone costrette a vivere lo stesso claustrofobico girone dantesco.

Videoclip

Questa sezione riporterà tra noi il regista PJ Bracco, che racconta il sogno dei giovani di sentirsi qualcuno con il videoclip Nati per essere qualcuno, mai spegnere i sogni giovanili, sono i stimoli giusti per introdurli nella società.

Corto Scuola

Una pagina importante di questo festival lo prende la sezione di Corto Scuola, che unisce i giovani registi (studenti) da ogni parte del mondo al Centro Aldo Viglione delle Aree Protette delle Alpi Marittime a Chiusa di Pesio, per conoscersi, condividere le loro passioni attraverso i loro cortometraggi e perché no, pensare ad una collaborazione internazionale di nuovi progetti che possono nascere durante gli Workshop organizzati dal Presidente del Comitato Scientifico Roger Rueff, drammaturgo e sceneggiatore americano di cinema e teatro. La Pistola di un predicatore interpretato da Luke Bordewey giovane attore inglese, e diretto da Ray Brady, racconta che, all’apice di un nuovo secolo in una piccola città di frontiera del selvaggio western, varie fazioni rivali decidono di incontrarsi per dividersi la proprietà della città, si confronterà con le due anteprime mondiali dei nostri studenti chiusani, Il peso della perfezione della 3A e Gli stati d’animo della 3B di Chiusa di Pesio.

Film fuori concorso

AmiCorti IFF 5 segnala Film di inaugurazione: proiezione in anteprima mondiale di Colorized di Milad Mansouri (Italia – Iran, 2022, DCP, 11’) con protagonista Steven Prescod, che riceverà il premio “Aldo Viglione 1°”. Nel film Prescod racconta e interpreta lo straniero di colore che non riesce trovare l’indirizzo di destinazione, riferendosi ad alcune persone non riceve l’aiuto per colpa del suo unico colore. Il regista iraniano Mansouri, segnala al pubblico che il mondo non è bello senza colori. Il film è coprodotto con la direttrice di AmiCorti IFF, Ntrita Rossi. Il film Fuori dal finestrino di Maurizio Matteo Merli, sarà premiato con il Premio Speciale Women Empowerment perché risalta la caparbietà, la determinazione e la bellezza della figura femminile nella veste di donna, moglie, madre e lavoratrice in carriera. Il documentario Qualcosa brucia ancora di Daniele Gangemi, 2021, ci ricorda l’artista Mario Venuti, uno dei più importanti cantautori siciliani contemporanei. Film di chiusura: Anteprima Mondiale, Apocalypse love story di Justin Wilder Neese, (USA, 2023, DCP, 64’). Ambientato in Sud Caroline, il film parla di Samantha che, dopo aver perso suo padre durante un evento apocalittico sconosciuto che spazza via tutta l’umanità, trova una base militare abbandonata dove vive in completa solitudine. Avendo imparato a cacciare e intrappolare gli animali da suo padre, Sam è in tutti i sensi una sopravvissuta. Durante la ricerca di cibo in una delle centinaia di case militari abbandonate, Sam incontra un bambino di 8 anni di nome James. Dopo aver mostrato a James un vecchio cinema abbandonato e aver condiviso con lui caramelle e storie, i due diventano amici, esplorando insieme questa strana terra di edifici abbandonati. Man mano che i due condividono sempre di più se stessi, le loro speranze, le loro paure, i loro segreti, nel tempo la loro amicizia si evolve in qualcosa di più. Quando la loro fornitura di acqua dolce inizia a esaurirsi, si trovano di fronte alla realtà che la loro oasi in questa base militare è sempre stata temporanea. Alla fine avrebbero dovuto andarsene, per sempre.

Il giovane regista Justin Wilder Neese Originario di Charleston, South Carolina, Justin Wilder Neese si è trasferito a Los Angeles nel marzo del 2014. Affascinato dall’abbondante creatività che si trova a Los Angeles, ha iniziato a fare esperienza sui set cinematografici come assistente di produzione. Nel corso degli anni, Justin ha sviluppato il desiderio di scrivere e dirigere i propri
progetti cinematografici, il primo dei quali è stato un pluripremiato cortometraggio intitolato Glass of Scotch; completato a maggio 2019. Justin ha continuato a scrivere, dirigere e produrre film premiati come Hummingbird , Dopamina, My Melancholy Baby, e Anche a me manca lei. Justin ha recentemente terminato la produzione del suo primo lungometraggio intitolato Apocalypse Love Story, che ha appena completato la fase di post produzione, la cui uscita è alla 5^ di AmiCorti IFF 2023. L’attuale focus di Justin è produrre e dirigere un film scritto da Cate Whitlatch e Haley Leanne Johnson dal titolo Come uccidere una farfalla. La produzione è iniziata a luglio 2022 ed è attualmente in fase di post produzione.

Passaggio Storico dedicata a film che per vari motivi segnano un passaggio importante nella storia del cinema con Federico Fellini con filmati dell’archivio storico Mediaset che, raccontano la grande storia del cinema Italiano. La dolce vita; E la nave va; I vitelloni e Satyricon per nuove e inedite forme di cinema.

Lungometraggio (di finzione)

Il tema centrale di questa edizione è la “Prevenzione della Gravidanza precoce”, attraverso tre cortometraggi in visione, Camilla di Pietro De Fazio, (Camilla è una ragazza di 18 anni che cerca di imparare a fare la madre, e affronta un primo grande fallimento. Deve raggiungere Maicol, suo figlio che non vive più con lei, per portargli il suo vecchio orsacchiotto blu. Il successo di questo importante incontro per lei vale tutto.), Larua di Francesco Madeo (Durante una mite mattina d’autunno una mamma è stata chiamata dalle maestre elementari della figlia preoccupate perché Francesca, 10 anni, disegna ossessivamente le stesse sagome di fantasmi vuoti ed effimeri. Entriamo così nel mondo della piccola Francesca, dove il suo quotidiano la vita scorre parallela al
mondo che la circonda: una madre, un fratello, un fidanzato e la loro presenza precaria.), It was girl di, Amir Shamloo (Una ragazza trascorre una notte in una casa per abortire e sogna il suo bambino non ancora nato). Tratteremmo con riguardo l’argomento rivolto agli studenti degli Istituti di Primo e Secondo Grado del Cuneese durante il Convegno Cinema Education, i registi dei film presenti collaborano per una comunicazione efficace verso le nuove generazioni. “Preveniamo, perché non accada!”

Infine Workshop, conversazioni con protagonisti e protagoniste del cinema contemporaneo, in collaborazione con Università di Torino, Accademia 9 Muse, Red Lens di Londra e Istituto Comprensivo Chiusa Pesio Peveragno da cui provengono alcuni studenti che partecipano attivamente agli incontri, tra i relatori e presente il critico cinematografico internazionale italiano, Davide Abbatescianni.

AmiCorti IFF gode del Patrocinio di: Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Comune di Chiusa di Pesio, SIAE con il sostegno delle Aree Protette delle Alpi Marittime, della Fondazione CRC e della Fondazione CRT e dei Partenariati, come: AFIC, SNCCI, Giffoni Experience, Accademia 9 Muse, Istituto Comprensivo Chiusa Pesio Peveragno, Red Lens di Londra UK, Ghetto Film School LA USA. Con il supporto di molte aziende del territorio.

Il budget del 5 AmiCorti IFF è solo di 95mila 310 euro. Per altre info: www.amicorti.org.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente