La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Aperta per due giorni la Sala operativa di Protezione civile della valle Varaita

Un bilancio delle attività svolte nella fase di allerta arancione per il rischio idrogeologico e idraulico

La Guida - Aperta per due giorni la Sala operativa di Protezione civile della valle Varaita

Frassino – Sabato 20 e domenica 21 maggio l’Unione montana del Varaita ha aperto la Sala operativa di Protezione civile per le forti precipitazioni in corso: è stata presidiata dall’assessore Gianni Menzio e dal geometra Paolo Marchetti. L’apertura è stata dettata da ragioni prudenziali: la Sala operativa ha mantenuto contatti con la Prefettura e ha coordinato le comunicazioni tra i membri dell’Unità di crisi, composta da tecnici volontari e dai rappresentanti dell’Associazione Aib del Varaita, del Soccorso Alpino, della Protezione civile, della Croce Rossa/118 e con tutti i Comuni del territorio, contribuendo alla gestione delle criticità,  fortunatamente non molte e di non grande entità. Sono stati effettuati numerosi sopralluoghi in diversi luoghi critici, per monitorare e per evitare l’ostruzione di canalette, griglie, ponticelli. Le situazioni più serie si sono verificate per le frane che hanno isolato per alcune ore l’alto vallone di Gilba (tra Brossasco e Sampeyre), l’alto vallone di Rore, tre borgate di Melle (Berti Aprico, Giusiani Aprico e l’Isola) e una borgata ad Isasca. Il ponte sul Varaita tra Piasco e Rossana è stato monitorato tutta la notte di sabato a causa di una iniziale preoccupazione, poi risoltasi. Tutti i residenti nelle località isolate sono stati raggiunti con generi di conforto e non si sono verificate situazioni di emergenza reale. E’ stata osservata una distribuzione non uniforme delle precipitazioni, più concentrate nella media e bassa valle, dove l’apporto idrico proveniente dai bacini di Gilba, Isasca e Valmala ha incrementato la portata del Varaita, che fino al ponte di Valcurta non presentava grosse anomalie, anche grazie alle nevicate in alta quota. La corrente elettrica non si è mai interrotta. L’assessore Menzio: “L’allerta si è rivelata gestibile anche senza dover mettere in campo tutte le risorse: è stato un ottimo banco di prova per il nuovo Piano di protezione civile intercomunale, recentemente adottato. Sono soddisfatto di quanto siamo in grado di mettere in campo”.
Al momento è difficile quantificare i danni complessivi derivanti dalla perturbazione.

 

Rossana ponte su Varaita[1]

Rossana ponte su Varaita[1]

Piasco zona collinare

Piasco zona collinare

Melle

Melle

Isasca

Isasca

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente