La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 13 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Se gli allevamenti intensivi cuneesi sono i più inquinanti del Piemonte

Con 1.131 tonnellate di ammoniaca (che genera polveri sottili) la Granda è la zona più che emette di più nella quarta regione più inquinante d'Italia

La Guida - Se gli allevamenti intensivi cuneesi sono i più inquinanti del Piemonte

Cuneo – Gli allevamenti intensivi della provincia di Cuneo emettono 1.131 tonnellate di NH3 (ammoniaca). Questa sostanza chimica, che di per sé non è particolarmente nociva, quando emessa in quantità eccessive si cristallizza (combinandosi con ossidi di azoto e zolfo) per formare le polveri sottili (queste sì molto dannose per la salute umana).

Gli allevamenti di suini e pollame in Granda, seguendo i dati riferiti al 2020 del Registro europeo delle emissioni di sostanze inquinanti, emettono quasi tutta l’ammoniaca del Piemonte: sul totale regionale di 1.608 tonnellate, dal cuneese ne arrivano 1.131 (tre quarti).

In tutta Italia (prima in Europa per morti dovute alle polveri sottili), il Piemonte è la quarta regione che più contribuisce a queste emissioni: quasi come il Veneto, poco meno dell’Emilia-Romagna e della Lombardia.

Nella mappa elaborata da Greenpeace Italia emerge anche che le aziende responsabili di queste emissioni (che si riflettono sulla qualità dell’aria di tutto il Piemonte), hanno ricevuto ben 1 milione e 918 mila euro dall’Ue, sfruttando i fondi per la Politica agricola comune.

*tutti i dati sono del Registro europeo delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti, AGEA e Unioncamere con l’elaborazione di Greenpeace Italia.

Il prospetto nazionale di Greenpeace, con il Piemonte nella top 5 della quota di emissioni (7,7%)

La mappa elaborata da Greenpeace Italia

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente