La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Medico di Cuneo a processo per molestie

Durante le visite avrebbe palpeggiato alcune pazienti senza apparente motivo

La Guida - Medico di Cuneo a processo per molestie

Cuneo  – La prima volta accadde a luglio del 2020, quando si era rivolta al medico di base per dei dolori addominali; la seconda volta, circa un mese dopo, era andata da lui per degli strani lividi sulle gambe; in entrambe le visite però il medico di base con studio a Cuneo, le avrebbe sollevato la biancheria palpandola nelle parti intime. Alle proteste della donna che gli chiedeva di smetterla ribadendo di non avere dolori in quelle parti, il medico avrebbe insistito in quella visita dicendole che lui era un medico e che la stava visitando. “Si fermò solo dopo vari inviti; mentre mi palpeggiava avvicinava il viso a pochi centimetri dal petto con uno sguardo insisitente”.
Uscendo dalla seconda visita, si rivolse a una delle due segretarie raccontando quello che era successo e chiedendole se fosse mai capitato che qualche altra paziente si fosse lamentata. “Quando mi rispose che le dispiaceva che fosse capitato anche a me, capii che non era stata solo una mia percezione”, ha dichiarato la donna ai giudici. Alla denuncia della signora fece seguito l’indagine condotta dalla Squadra Mobile di Cuneo: “Prendemmo in esame  tutte le pazienti di sesso femminile che negli ultimi tre anni  erano state pazienti di quel dottore e che avevano fatto domanda all’Asl di cambiare medico di base – ha riferito in aula al collegio dei giudici l’ispettore Mariella Faraco che dirige la sezione dei reati sessuali -. Ne sentimmo in tutto quindici”.
La sensazione di disagio lasciata da quel tipo di visita è stata confermata anche da altre pazienti del medico che hanno riferito in aula di essersi rivolte allo studio per problemi di vario genere.“Avevo una grave infezione all’orecchio e durante la visita, senza dirmi niente, mi mise una mano sul seno – ha riferito una delle donne -. Sono rimasta impietrita e mi sono detta di andare via subito”.
Lo stesso sarebbe capitato anche a una donna che si era rivolta al medico per un’allergia primaverile e a quella che invece aveva un problema alle vie urinarie: tutte sarebbero state palpeggiate sul seno e in seguito avrebbero chiesto di cambiare medico. In aula è stata anche ascoltata la segretaria che aveva raccolto la confidenza della denunciante e che, ascoltata a sommarie informazioni dagli inquirenti, aveva a suo tempo dichiarato di essersi sentita anche lei a disagio quando un giorno, dopo aver avuto un giramento di testa, lui le si avvicinò mettendole le mani addosso e toccandola. In aula la donna ha però negato tutto quello che era stato verbalizzato all’epoca, così come ha negato di aver detto alla denunciante che non era la prima donna a lamentarsi.
Anche l’altra segretaria ha negato qualsiasi lamentela da parte dei pazienti sostenendo che magari la percezione di stranezza nel modo di guardare le persone da parte del medico era dovuto al fatto che non ci vedeva bene e portava gli occhiali. L’udienza è stata rinviata al 5 maggio per gli ultimi testi, la deposizione dell’imputato e la discussione.

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente