La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Elly Schlein al Memoriale della Deportazione di Borgo San Dalmazzo

La candidata alla segreteria del Pd: “Ricordare è fondamentale, no all’odio e ai nazionalismi”

La Guida - Elly Schlein al Memoriale della Deportazione di Borgo San Dalmazzo

Borgo San Dalmazzo – Tappa a Borgo San Dalmazzo, questa mattina (sabato 28 gennaio), per Elly Schlein, candidata alla segreteria del Pd, prima dell’incontro pubblico a Cuneo.

Accompagnata dall’onorevole Chiara Gribaudo, coordinatrice dei comitati che la sostengono, Schlein ha visitato il Memoriale della Deportazione e il vicino percorso didattico di Memo4345, accolta dalla sindaca Roberta Robbione, dall’assessora alla Cultura Michela Galvagno e dal responsabile di Memo4345 Roberto Bianco.

Schlein ha potuto ascoltare dalla voce della sindaca la storia del campo di raccolta allestito a Borgo San Dalmazzo nel 1943/44, del viaggio senza ritorno verso Auschwitz e dell’impegno di tanti “Giusti” (riconosciuti o anonimi) che si spesero per nascondere e mettere in salvo decine di ebrei perseguitati e in fuga.

“Abbiamo bisogno di ritrovare credibilità – ha detto Schlein interrogata sul futuro del Pd -, contrastando ogni forma di disuguaglianza, combattendo il lavoro precario e affrontando l’emergenza climatica. Abbiamo bisogno di dare al Paese una proposta che sia alternativa a quella di questa destra che già nei primi tre mesi di governo ha dimostrato di non avere le soluzioni per i problemi che pesano sulle famiglie italiane”.

Sul significato della tappa a Borgo ha aggiunto: “Ricordare è fondamentale. Voglio ringraziare la sindaca che mi ha raccontato come è nato questo progetto molto bello, visitato da centinaia di giovani. Si vede che ci hanno messo del cuore per raccontare una storia che è una storia di questa comunità, ma in realtà è una storia di tutto il Paese. È una storia di tanti Giusti, come don Viale, che hanno accolto nelle loro case gli ebrei in fuga, anche a rischio della loro vita. Ma è anche una storia di odio, di intolleranza, di violenza. Anche oggi l’odio è dilagante, non solo in Italia ma in Europa. Purtroppo siamo in mezzo a una nuova guerra nazionalista e non abbiamo ancora capito che il nazionalismo nel nostro continente porta soltanto guerra, morte e distruzione. È fondamentale riuscire a fare educazione anche attraverso la Memoria”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente