La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 1 febbraio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Regione, l’appello della minoranza: “No al reintegro dei medici No vax”

"Si esporrebbero gli obiettori e i pazienti a un rischio maggiore di contagio" affermano Gallo e Valle

La Guida - Regione, l’appello della minoranza: “No al reintegro dei medici No vax”

Cuneo – I medici non vaccinati del Piemonte potrebbero essere reintegrati all’interno delle strutture sanitarie pubbliche. Con l’insediamento del governo Meloni e le prime misure in materia di Covid, è venuto meno l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari e, di conseguenza, anche la ragione per esentarli dalle funzioni di cura. In ambito nazionale si parla di circa 3400 No vax che potrebbero tornare ad esercitare le loro funzioni senza avere alcuna copertura immunitaria. Tuttavia, poichè la sanità è gestita anche dalla Regione, nel Consiglio c’è chi si oppone: “La Giunta non deve reintegrare i medici No vax e su questo punto siamo in attesa di sapere come si muoverà la Giunta. – commentano i consiglieri Raffaele Gallo e Daniele Valle in una nota diffusa oggi (martedì 1 novembre) – “In caso di reintegro si esporrebbero gli stessi medici obiettori e i pazienti a un maggiore rischio di contagio. Si riconoscerebbe anche il diritto a fare il medico a chi nega le evidenze provate con metodo scientifico.”

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente