La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 15 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È mancata ‘Netta’ Barra di Brossasco, la signora delle bibite gassate

Aveva 97 anni e la sua vita è stata intensa. Per amore aveva lasciato il lavoro sicuro e aveva sposato Ottavio Rinaudo

La Guida - È mancata ‘Netta’ Barra di Brossasco, la signora delle bibite gassate

Brossasco – Si è spenta nella Casa di riposo di Piasco Antonia ‘Netta’ Barra. ‘Netta’ era nata a Brossasco il 20 ottobre 1924 e la sua vita era stata intensa. Avrebbe voluto fare l’insegnante, ma mancavano i mezzi e dopo l’avviamento iniziò a lavorare in municipio a Brossasco. Raccontava sorridendo che “l’amore ti cambia la vita! Così quando mi sono innamorata di Ottavio Rinaudo (personaggio molto originale e simpatico) ho mollato l’impiego sicuro in municipio per seguirlo nelle sue attività artistiche. Non mi sono mai pentita di questa scelta, anche se abbiamo faticato moltissimo!”.

E poi?
“Mio marito si inventò un circo e giravamo la provincia: con saltimbanchi, pavoni, corvi parlanti, un vitello con due teste, una donna molto formosa (‘donna cannone’), prestigiatori vari, maghi improvvisati, e un banchetto dove vendevamo caramelle e dolci. Ricavavamo una miseria e allora finalmente mio marito comprese che bisognava cambiare!”.

Del marito Ottavio Rinaudo, morto nel 2005, diceva che “era allegro, spiritoso, ironico. Nel 1952 si era inventato quello che è stato il nostro mestiere sino al 1989: una fabbrica di bibite gassate. È sempre stato originale e tante volte regalava le bibite a chi era in difficoltà o semplicemente gli era simpatico! Mi sono innamorata di lui per la sua grande generosità, non avevamo molti mezzi ma lui regalava le bibite a tutti. Era ospitale e io mi trovavo spesso gente a pranzo, senza manco conoscerla!”. Netta lascia i figli Renato, Caterina e Mirella, i nipoti Gianluca, Gianmaria e Sabina e i familiari. I suoi funerali si sono svolti mercoledì 15 a Brossasco.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente