La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Ancora pochi tamponi in Piemonte per un problema di forniture”

La media è di circa 7.000 tamponi al giorno ma la potenzialità dei laboratori sarebbe pari al doppio. Ieri boom di test: sono stati oltre 14.000

La Guida - “Ancora pochi tamponi in Piemonte per un problema di forniture”

Nei primi quindici giorni di ottobre la media dei tamponi giornalieri processati in Piemonte è stata di circa 7.000 unità su un totale di 107.739 test eseguiti; un dato anomalo è stato registrato ieri (15 ottobre) quando i tamponi effettuati sono stati 14.142 con l’individuazione di oltre mille positivi.

In generale il dato medio piemontese è molto al di sotto della potenzialità regionale pari a 15.000 tamponi, ma anche rispetto al decreto Conte di aprile che ne prevede 250 ogni 100.000 abitanti che per la nostra Regione significherebbe circa 11.000 test al giorno.

La domanda sorge così spontanea, perché?

Tra le principali falle del sistema sembra esserci la carenza di reagenti oltre che “un problema di forniture e in particolare di un oggetto tecnico che serve per l’operazione”, come dichiarato da Giovanni Di Perri, direttore della struttura malattie infettive dell’ospedale Amedeo di Savoia a Torino e componente della task force regionale anti Coronavirus, nel corso di un’intervista resa a Radio Veronica One.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente