La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 21 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Un sentiero alternativo più sicuro per il Rifugio Quintino Sella

Parte dal Lago Chiaretto ed evita i pericoli dovuti ai distacchi delle rocce: il Monviso dal 2019 frana

La Guida - Un sentiero alternativo più sicuro per il Rifugio Quintino Sella

Crissolo – Un sentiero alternativo per i numerosi escursionisti che vogliono raggiungere il Rifugio Quintino Sella dal lago Chiaretto. Sul Monviso da sei mesi c’è il problema della caduta frequente di massi e di frane. A monte del lago Chiaretto, i distacchi di rocce sono frequenti e questo mette in pericolo gli escursionisti, numerosi nel periodo estivo.  I guardiaparco così hanno posizionato dei nuovi cartelli, che segnalano il pericolo con la proposta di deviare su un itinerario alternativo alla diagonale che sale dal Lago Chiaretto verso il Rifugio Sella. Il nuovo itinerario permette di rimanere al riparo dalle frane: è stato realizzato dopo la grande frana del 6 luglio 1989, 31 anni fa. Dall’Arpa, intanto, i tecnici spiegano che “i distacchi di roccia dalla parete nordest del Monviso sono destinati a proseguire”. Con il supporto specialistico di Arpa Valle d’Aosta, è stato utilizzato un drone: le immagini hanno evidenziato le condizioni di avanzata fessurazione dell’ammasso roccioso. Il crollo nella parete nordest del Re di Pietra è iniziato il 26 dicembre 2019 quando si sono staccati circa 200 mila metri cubi di roccia, precipitati fino a 2.800 metri di quota, con 4 massi di grandi dimensioni. Dal Parco del Monviso parte l’invito ad essere sempre prudenti e a percorrere il sentiero alternativo senza effettuare soste.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente