La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 24 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Farigliano, scoperto un utilizzo improprio di prodotti fitosanitari

Intervento dei Carabinieri Forestali in un frutteto dove veniva sparso un prodotto a base di zolfo che ha causato una moria di api

La Guida - Farigliano, scoperto un utilizzo improprio di prodotti fitosanitari

Farigliano – Una moria di api segnalata nella zona, i controlli dei Carabinieri Forestali e della Polizia locale, fino alla multa per i responsabili di un trattamento antiparassitario in un periodo non dovuto. È successo nei giorni scorsi nel fariglianese, dove i controlli in un frutteto hanno fatto emergere l’utilizzo di un prodotto a base di zolfo, quando era in corso una “melata” (l’uscita di una secrezione zuccherina, della cui linfa si nutrono alcuni insetti e anche le api, che però assorbono anche le sostanze estranee, come è avvenuto in questo caso).
L’irrorazione di antiparassitari in agricoltura dunque, come ricordano i Forestali, è normalmente vietata quando nelle piante da trattare o nel prato sottostante siano presenti le fioriture o queste secrezioni nettarifere, per il rischio di condizionare seriamente la produzione di miele e l’attività di impollinazione delle api, fondamentale per le colture. Al titolare dell’azienda agricola è stata elevata una sanzione amministrativa (che potrà arrivare fino a 1.200 euro).
I Carabinieri Forestali della Granda assicurano che i controlli proseguiranno nelle prossime settimane, anche per verificare il corretto possesso e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari, i relativi registri aziendali e la gestione dei rifiuti derivanti. L’attività si inserisce nell’ambito della collaborazione con gli enti locali e con la Regione (in particolare il Settore Fitosanitario, che disciplina l’uso dei prodotti in agricoltura e le eventuali deroghe), a tutela dell’ambiente, degli allevamenti apistici e della salute pubblica.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente