La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Crolli, i trasportatori invocano sicurezza per le infrastrutture

Dopo quanto accaduto ad Aulla, Assotrasporti rilancia la campagna "Salva Vite". Contro il "toto crolli"...

La Guida - Crolli, i trasportatori invocano sicurezza per le infrastrutture

Cuneo – C’è un Paese da fermare per prevenire il contagio, sì, ma c’è anche un Paese che vive in movimento e che non vuole fermarsi per colpa di un’altra emergenza: quella della sicurezza delle infrastrutture per il trasporto. Dopo l’ennesimo e improvviso crollo, quello del ponte di Aulla (tra Liguria e Toscana; nella foto) la l’associazione cuneese Assotrasporti rilancia la campagna “Salva Vite” per la messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale italiano, iniziata lo scorso gennaio. Mercoledì scorso (8 aprile) da Aulla è venuta la conferma di un problema trascurato per anni, dal ponte Morandi ad altri tratti (per ricordare quelli più vicini a noi, la tangenziale di Fossano e il viadotto della Torino-Savona).
“Le vite delle persone contagiate vengono prima di tutto, è giusto concentrarsi sull’emergenza sanitaria – afferma Secondo Sandiano, presidente di Assotrasporti e vicepresidente vicario di Eumove -. Noi però non abbiamo dimenticato il problema dell’insicurezza delle nostre strade e questo crollo, che fortunatamente è avvenuto in assenza di traffico, riporta la questione sotto gli occhi di tutti: il governo deve intervenire ora, o passeremo dalle morti per il coronavirus alle vittime dell’incuria delle strade”.
Assotrasporti ed Eumove, le associazioni capofila della proposta “Salva Vite” e del Coordinamento trasporti e logistica formato da associazioni e confederazioni del settore, il 17 gennaio scorso avevano richiesto al governo di dichiarare lo stato d’emergenza per far fronte al problema della precarietà del sistema viario e ferroviario italiano. Successivamente, a marzo, si sono nuovamente rivolte al governo suggerendo di approfittare della riduzione del traffico per effettuare il controllo capillare dell’intero sistema viario e ferroviario del Paese, rivolgendo la stessa richiesta al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
“Arrivati a questo punto – aggiunge provocatoriamente Alfonso Riva, presidente di Fai (Federazione autonoleggiatori italiani trasporto persone) – suggeriamo di inserire il ‘toto crolli’ nei giochi di Stato, visto che a qualcuno piace giocare con la sicurezza e la vita di chi lavora sulla strada”.
Assotrasporti ed Eumove, insieme alle altre associazioni e confederazioni, ribadiscono ancora una volta l’invito rivolto a tutti i cittadini, politici, associazioni, enti e imprese a partecipare attivamente alla campagna “Salva Vite”. “Il problema dell’insicurezza delle strade è una questione che riguarda tutti: è in pericolo la vita degli autotrasportatori, così come quella di chiunque si sposti all’interno del Paese. Vi invitiamo a unirvi a noi e far sentire la vostra voce”, conclude Sandiano.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente