La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 20 maggio 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I bambini e i ragazzi della Valle Varaita sono scesi fra la gente

Tante le iniziative questa mattina, per riflettere insieme sulla “giustizia climatica” e sul futuro del pianeta

La Guida - I bambini e i ragazzi della Valle Varaita sono scesi fra la gente

Venasca – I bimbi e i ragazzi che frequentano l’Istituto comprensivo di Venasca (dai più piccoli iscritti alla scuola dell’Infanzia, agli allievi della Primaria e Secondaria), questa mattina hanno riflettuto con i loro docenti sulla “Giustizia climatica”. In tutta la Valle Varaita, ci sono state lezioni alternative, a classi aperte, sul tema del riscaldamento globale, vero filo conduttore di tutte le attività. I piccoli allievi della scuola dell’Infanzia di Piasco hanno sfilato per le vie del paese. Gli alunni della Primaria di Costigliole hanno presentato i l loro messaggi sul rispetto della Terra. A Sampeyre, sia gli alunni della Primaria che della Secondaria, sono stati in piazza durante il mercato settimanale del venerdì per distribuire volantini, intervistando la gente e spiegando il perché del loro sciopero. Le diverse attività a Venasca, a Sampeyre, a Piasco sono terminate con un intervista ai sindaci e una richiesta di presa in carico delle richieste degli studenti. Soddisfazione fra i docenti per come sono andate le diverse iniziative. Per i bambini e i ragazzi quella di venerdì 15 marzo 2019 resterà una data da ricordare.

Vilma Bertola, vicepreside Istituto comprensivo di Costigliole e Venasca: “Ragazzi e studenti hanno collaborato per la realizzazione di lezioni alternative: veri e propri laboratori di vita. L’impegno a collaborare per realizzare il grande striscione colorato con le mani a tempera appeso alle pareti della scuola di Venasca ha suscitato la riflessione sull’importanza di usare con parsimonia acqua e carta per pulire il colore sulle mani e nelle classi. I sindaci hanno colloquiato con i ragazzi, a Dovetta è stato chiesto cosa fa il Comune per l’ambiente e il sindaco ha confessato che soltanto negli ultimi anni il tema è all’ordine del giorno tra le problematiche dell’Amministrazione, a partire dalla raccolta differenziata. A Sampeyre tante domande dei ragazzi, disponibilità del sindaco a rispondere a tutte, massima concentrazione dei ragazzi,  la risposta di Amorisco ha aperto gli occhi sulla gestione dell’acquedotto che non è comunale. A Costigliole il sindaco ha aiutato i ragazzi della primaria ad esporre i cartelli appendendoli all’interno della piazzetta del Comune sulla cancellata del giardino. A Piasco Ponte durante l’evento creato dai bimbi all’interno del parco giochi, ha spiegato che non serve aumentare il numero dei cestini, da riempire con indifferenziato, ma bisogna imparare a portare a casa le bottiglie vuote. Ha ringraziato la maestra Olivero per la grande sensibilità ecologica e per il rispetto dell’ambiente che gli ha trasmesso in questi anni e ha ricordato che sono davvero i piccoli che possono istruire i genitori e i nonni sul tema dell’ambiente”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.