La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 17 giugno 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il punto della situazione sui lavori stradali tra Bra e Alba

In un incontro in provincia si è parlato della salita Bergoglio e della strada di collegamento con il nuovo ospedale di Verduno

La Guida - Il punto della situazione sui lavori stradali tra Bra e Alba

Cuneo – Il 9 gennaio c’è stato un incontro tecnico di coordinamento in Provincia nel quale si è fatto il punto sui lavori stradali nella zone di Alba e Bra. Con focus sulla salita Bergoglio a Roreto di Cherasco e sulla strada di collegamento con il nuovo ospedale di Verduno.
La salita Bergoglio è già aperta al traffico dei mezzi leggeri, ma entro il 31 gennaio verra riaperta anche al traffico pesante nei due sensi di marcia. Insieme seguito ci saranno i lavori di rifinitura mentre per la bitumatura finale bisognerà aspettare le temperature primaverili. Entro il 31 gennaio sarà anche completate la rotatoria di Sommariva Bosco.
Per quanto riguarda la strada di collegamento con l’ospedale di Verduno entro questa settimana si concluderanno i lavori di ampliamento di via Tanaro. Dalle prossima settimana inizieranno invece quelli per il completamento della rotatoria che collegherà la provinciale 7 alla nuova strada d’accesso all’ospedale. Questo richiederà lo spostamento di mezzi pesanti sulla strada che da Alba porta a Bra (statale 231). Si arriverà poi alla chiusura totale della provinciale 7 per qualche giorno.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.