La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 19 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Fascismo e razzismo al centro del Progetto di storia per gli studenti piemontesi

L'iniziativa, riservata alle studentesse, agli studenti e ai loro insegnanti, rappresenta un'importante occasione di studio e di ricerca delle nostre origini

La Guida - Fascismo e razzismo al centro del Progetto di storia per gli studenti piemontesi

Cuneo – Il fascismo con le sue leggi razziste e discriminatorie verso quelli definiti di “razza ebraica”, la Dichiarazione universale dei Diritti umani e la legge Basaglia con l’impatto che ebbe sulla società italiana affrontando il difficile rapporto tra malattia mentale, società, poteri e ideologie. Questi i tre temi cardine della 38° edizione del progetto di storia per gli studenti piemontesi, promosso dal Consiglio regionale del Piemonte in collaborazione con il Comitato Resistenza e Costituzione. L’iniziativa, riservata alle studentesse, agli studenti e ai loro insegnanti, rappresenta un’importante occasione di studio e di ricerca delle nostre origini, finalizzata alla conoscenza dei fenomeni storici e del loro impatto sulla società contemporanea. Darà inoltre la possibilità di viaggiare e studiare i luoghi della memoria, nei quali vennero perpetrati gli orrori della Shoah. È prevista una giornata formativa per insegnanti, che si terrà a Torino, presso la sede del Consiglio regionale, giovedì 4 ottobre 2018, mentre i sei Istituti Storici della Resistenza del Piemonte organizzeranno sui territori e nelle scuole dei moduli di formazione per insegnanti, studentesse e studenti. La consegna degli elaborati dovrà poi avvenire, a pena di esclusione, entro e non oltre mercoledì 15 gennaio 2019.  La cerimonia di premiazione si svolgerà a Torino presso la sede del Consiglio regionale e i gruppi vincitori parteciperanno a uno dei tre viaggi studio che avranno come mete Monaco di Baviera in Germania (con visita al campo di Dacau); Praga, capitale della Repubblica Ceca, e il lager di Terezin e infine Trieste, con la visita alla Risiera di San Sabba e alla Foiba di Basovizza.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.