La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 19 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Vaccini, Piemonte di nuovo sopra la soglia del 95%

I dati resi noti in questi giorni, prima di inizio scuola, confermano "l'immunità di gregge" anche per morbillo, rosolia e parotite, su cui la copertura era in calo

Cuneo – Nell’imminente inizio dell’anno scolastico e a polemiche mai sopite sulle posizioni governative dell’obbligo di vaccinazione, a livello regionale i dati sulla copertura sono positivi, con il ritorno oltre la soglia del 95%, considerata efficace per la cosiddetta “immunità di gregge”, per tutte le vaccinazioni pediatriche previste dall’attuale normativa. La conferma riguarda anche morbillo, rosolia e parotite, su cui invece negli ultimissimi anni si era “scesi” sotto il livello.
Lo ha annunciato nei giorni scorsi l’assessorato regionale alla sanità, che in base ai dati al 30 giugno del Seremi (Servizio regionale epidemiologia e malattie infettive) indica una situazione considerata molto positivamente dai responsabili della sanità pubblica. Con l’inizio dell’anno scolastico saranno più precisi anche i numeri dei cosiddetti “inadempienti”: i servizi vaccinali finora ne hanno “recuperati” circa 40.000 su 88.000.
Ecco le percentuali di copertura vaccinale per le singole malattie: 95,74% per morbillo, parotite, rosolia (prima dose); 97,75% per Hib (terza dose haemophilus influentiae B); 95,84% per HBv (terza dose anti epatite B); 96,23 per la pertosse (terza dose); 96,37 per il tetano (terza dose); 96,24 per la difterite (terza dose); 96,19 per il vaccino anti poliomielite (terza dose).
Numeri che riportano una situazione “in netto miglioramento per i nati negli anni 2015, 2014 e 2013, rispetto ai nati negli anni 2010 e precedenti”, per la Regione. Sono considerati positivamente anche i dati al 30 giugno per i nati 2016, che “dimostrano l’inversione di tendenza e l’aumento della copertura”. Un trend giudicato positivamente dall’assessore regionale alla sanità Antonio Saitta, che lo considera “un effetto positivo dell’introduzione dell’obbligatorietà della vaccinazione”, sui cui “è fondamentale mantenere alta la guardia”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.