La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Movida, esercenti e Comune a confronto sulla Cuneo turistica

Il Tar dà ragione al Comune contro il ricorso fatto da alcuni residenti su un dehors in via Dronero

La Guida - Movida, esercenti e Comune a confronto sulla Cuneo turistica

Cuneo – La movida continua a far parlare e così anche il regolamento. Mentre in consiglio comunale la giunta annuncia che sul nuovo regolamento se ne parlerà soltanto nel 2019, oggi pomeriggio in Comune si tiene l’incontro con la giunta e gli operatori pubblici di Confcommercio proprio sulla tematica movida. Prove tecniche per arrivare forse a un regolamento più condiviso? Anche se ormai l’estate 2018 sta praticamente voltando alla seconda parte, in un agosto, generalmente meno ricco di appuntamenti, almeno in città.

Ma quello che chiede la Confcommercio con il suo presidente Luca Chiapella a nome degli esercenti è di difendere la vocazione turistica della città: “Dovete assumere una posizione chiara, tutelare la libertà d’impresa, difendere un settore che sta trasformando Cuneo in una città turistica. Bene il tavolo per il cambiamento delle regole ma sarà un tavolo proficuo solo se ci sarà apertura e gente che ragiona davvero su una visione a 360 gradi per la città”.

Intanto a favore del Comune su locali, movida e dintorni è arrivata anche la sentenza del Tar che ha bocciato il ricorso presentato da un gruppo di cittadini del centro storico che contestavano l’assegnazione di un dehors al ristorante “I 5 Sensi” in via Dronero, un dehors che a detta dei ricorrenti era fonte di grave disturbo per il passaggio in strada. Il Tar ha dato ragione al Municipio nella sua correttezza amministrativa. Per il Tar il Comune di Cuneo ha legittimamente  assegnato il dehors al locale. Per i problemi di disturbo i residenti dovranno procedere con una causa civile. Intanto i residenti dovranno pagare le spese di giudizio.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.