La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 23 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo-Ventimiglia ripartita, ma ora gestione italiana

La proposta dell'assessore regionale Francesco Balocco al termine del viaggio inaugurale della riaperta linea ferroviaria

La Guida - Cuneo-Ventimiglia ripartita, ma ora gestione italiana

Cuneo – Con la partenza da Cuneo alle 7,50 dalla stazione ferroviaria è stata ufficialmente riaperta la linea Cuneo-Ventimiglia. Un viaggio inaugurale alla presenza di sindaci e amministratori con un presidio in Stazione del comitato Difesa ferrovie locali. Al termine a Ventimiglia si è tenuta una conferenza stampa all’arrivo del primo treno. Ed è qui che l’assessore regionale ai trasporti Francesco Balocco ha ribadito quello che aveva già chiesto  nelle conferente intergovernative dei mesi scorsi, cioè di far passare l’intera linea anche se transfrontaliera alla gestione di Rfi, la società italiana che fa parte di Ferrovie dello Stato e Anas.
“Vogliamo arrivare a una gestione che sia in capo totalmente all’Italia della linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia, anche sul territorio francese della Valle Roya. Abbiamo il problema del rinnovo della convenzione tra Italia e Francia, sfruttiamo questa occasione per prendere in gestione la linea, che allevierebbe i cisti ai francesi ma garantirebbe a tutti un migliore potenziamento e un migliore servizio. Aspettiamo la risposta dei francesi, ora spetta a loro esprimersi”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.