La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 23 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Incendi, scatta lo stato di massima pericolosità

Dopo mesi siccitosi la Regione ha emanato il provvedimento di pericolo con validità dal 10 ottobre

La Guida - Incendi, scatta lo stato di massima pericolosità

Cuneo – Dopo sei mesi praticamente senza pioggia, l’allerta per gli incendi boschivi scatta al grado più alto: nei giorni scorsi la Regione ha dichiarato lo stato di massima pericolosità per incendi boschivi su tutto il territorio piemontese. Il provvedimento ha validità dal 10 ottobre fino alla data in cui, secondo le valutazioni della Protezione civile, si potrà considerato cessato l’allarme. A una distanza inferiore ai cento metri dal bosco sono vietate tutte le azioni che possono determinare, anche solo potenzialmente, l’innesco di un incendio: in particolare il divieto comprende “accendere fuochi, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, motori, fornelli o inceneritori che producono faville o brace, accendere fuochi d’artificio, fumare, disperdere mozziconi o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiale vegetale e combustibile o compiere ogni altra azione operazione che possa creare comunque pericolo di incendio”.In caso di avvistamenti, va chiamato subito il numero di emergenza 115, oppure il 112, fornendo informazioni precise per favorire un rapido intervento dei Vigili del fuoco.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.