La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 30 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Undici progetti da votare per il Bando Distruzione 2024

I cittadini sono invitati ad esprimere le proprie preferenze entro il 3 giugno prossimo

Cuneo

La Guida - Undici progetti da votare per il Bando Distruzione 2024

Bando Distruzione 2024

Ci sarà tempo fino a lunedì 3 giugno per votare on line e scegliere i progetti di rigenerazione meritevoli di sostegno nell’ambito del Bando Distruzione 2024, promosso dalla Fondazione Crc.
Undici gli interventi candidati per l’edizione 2024: sette sulla Misura 1, lanciati dai Comuni di Bosia, Feisoglio, La Morra, Levice e dalle parrocchie Natività di Maria di Morozzo, San Giovanni Battista di Moiola e Santi Pietro e Bartolomeo di Pezzolo Valle Uzzone; quattro sulla Misura 2, destinata ai Comuni della zona Unesco in occasione del 10° anniversaruo del riconoscimento, promossi dai Comuni di Barbaresco, Barolo, Diano d’Alba e Roddino.
Per poter votare occorre andare sul sito www.bandodistruzione.it: ogni votante potrà esprimere al massimo tre preferenze.
Entro il mese di giugno saranno scelti i progetti sostenuti. Il budget complessivo a disposizione per l’iniziativa ammonta a 450.000 euro, divisi sulle due Misure: 350.000 euro per la Misura 1 e 100.000 euro per la Misura 2.
Il Bando Distruzione è nato nel 2017 con l’obiettivo di ripristinare la bellezza di alcuni angoli della provincia di Cuneo che versano in stato di abbandono o di degrado, promuovendo interventi di distruzione, riqualificazione o mitigazione.
Nelle prime cinque edizioni, il Bando Distruzione ha sostenuto in totale 55 progetti, per un contributo complessivo di 1,725 milioni di euro. In particolare, sono stati realizzati 22 interventi di demolizione di edifici fatiscenti e abbandonati, 19 interventi di riqualificazione e mitigazione e 14 interventi di arte pubblica. A partire dalla seconda edizione, con l’obiettivo di coinvolgere maggiormente le comunità, è stata introdotta la votazione online dei progetti, sulla piattaforma dedicata, tramite cui sono stati raccolti fino ad oggi oltre 45.000 voti.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente