La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

A 176 comuni cuneesi 26 milioni di euro per progetti di sviluppo e coesione

Finanziati dalla Regione attraverso il Fondo sviluppo e coesione 2021-2027, ogni Comune potrà fare domanda a partire dal 31 maggio candidando un massimo di tre proposte

La Guida - A 176 comuni cuneesi 26 milioni di euro per progetti di sviluppo e coesione

Cuneo – Con una delibera approvata dalla Giunta, la Regione mette a disposizione complessivamente 105 milioni di euro per la valorizzazione di 805 Comuni piemontesi, suddivisi in 24 aree omogenee, attraverso il Fondo sviluppo e coesione 2021-2027, nell’ambito dell’Accordo per la crescita territoriale. Ventisei milioni di euro andranno a 176 comuni cuneesi per progetti nel campo dello svilupposostenibile, l’innovazione e della coesione.
Ogni Comune potrà richiedere il contributo entro il 31 maggio, candidando attraverso l’area omogenea di appartenenza un massimo di tre proposte: una di valore fino a 100 mila euro, una seconda fino a 250 mila euro e una terza fino a 500 mila euro, con l’importo minimo mai inferiore a 50 mila euro. Il finanziamento della Regione potrà coprire al massimo il 90 per cento del totale di ciascun progetto. Gli interventi potranno riguardare gli ambiti di digitalizzazione, competitività delle imprese, energia, ambiente e risorse naturali, cultura, trasporti e mobilità, riqualificazione urbana, welfare e salute, istruzione e formazione e capacità amministrativa. Sulla base delle richieste presentate, la Regione definirà un piano di sviluppo per ciascuna Area omogenea e assegnerà i finanziamenti ai progetti ritenuti più strategici, nel limite della dotazione finanziaria attribuita a ciascuna aggregazione territoriale. Dei 105 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione, 100 milioni saranno ripartiti tra i progetti dei singoli comuni, mentre i restanti 5 milioni verranno distribuiti come premialità a favore delle proposte sovracomunali. Queste risorse potranno comunque essere ulteriormente integrate dalla Regione.
Nelle prossime settimane, il presidente della Cirio e gli assessori regionali inizieranno un tour per incontrare i sindaci delle aree omogenee interessate e per illustrare loro il funzionamento della misura, tempistiche e modalità di presentazione dei progetti.

Queste le aree omogenee finanziate alla Regione nel Cuneese:

Area Alta Valle Tanaro e Cebano (2,2 milioni per 25 comuni: Alto, Bagnasco, Battifollo, Briga Alta, Caprauna, Castellino Tanaro, Castelnuovo di Ceva, Ceva, Garessio, Lesegno, Lisio, Mombasiglio, Montezemolo, Nucetto, Ormea, Paroldo, Perlo, Priero, Priola, Roascio, Sale delle Langhe, Sale San Giovanni, Scagnello, Torresina, Viola.

Area Monregalese (4,1 milioni per 29 comuni): Bastia Mondovì, Briaglia, Carrù, Castelletto Stura, Chiusa di Pesio, Cigliè, Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Magliano Alpi, Marsaglia, Monastero di Vasco, Monasterolo Casotto, Montaldo di Mondovì, Montanera, Morozzo, Niella Tanaro, Pamparato, Pianfei, Piozzo, Roburent, Rocca Cigliè, Rocca de’ Baldi, Roccaforte Mondovì, San Michele Mondovì, Sant’Albano Stura, Torre Mondovì, Trinità, Vicoforte, Villanova Mondovì.

Area Pianura cuneese (3,5 milioni per 20 comuni): Bene Vagienna, Cardè, Casalgrasso, Cavallerleone, Cavallermaggiore, Cervere, Cherasco, Faule, Lequio Tanaro, Marene, Monasterolo di Savigliano, Moretta, Murello, Narzole, Polonghera, Ruffia, Salmour, Scarnafigi, Torre San Giorgio, Villanova Solaro.

Area Roero (2,6 milioni per 15 comuni): Baldissero d’Alba, Canale, Castellinaldo d’Alba, Ceresole Alba, Corneliano d’Alba, Govone, Montà, Montaldo Roero, Monteu Roero, Monticello d’Alba, Pocapaglia, Priocca, Santa Vittoria d’Alba, Santo Stefano Roero, Sommariva Perno.

Area Terra di Langa (2,6 milioni per 37 comuni): Albaretto della Torre, Arguello, Barolo, Belvedere Langhe, Benevello, Bonvicino, Borgomale, Bosia, Bossolasco, Castiglione Falletto, Cerretto Langhe, Cissone, Clavesana, Cravanzana, Diano d’Alba, Dogliani, Farigliano, Feisoglio, Grinzane Cavour, Igliano, La Morra, Lequio Berria, Monchiero, Monforte d’Alba, Montelupo Albese, Murazzano, Niella Belbo, Novello, Roddi, Roddino, Rodello, San Benedetto Belbo, Serralunga d’Alba, Serravalle Langhe, Sinio, Somano, Verduno.

Area Terre del Monviso (2,8 milioni per 23 comuni): Bellino, Brondello, Brossasco, Casteldelfino, Crissolo, Envie, Frassino, Gambasca, Isasca, Martiniana Po, Melle, Oncino, Ostana, Paesana, Pagno, Piasco, Pontechianale, Revello, Rifreddo, Rossana, Sampeyre, Sanfront, Venasca.

Area Valle Stura (2,7 milioni per 17 comuni): Aisone, Argentera, Demonte, Entracque, Gaiola, Limone Piemonte, Moiola, Pietraporzio, Rittana, Roaschia, Robilante, Roccasparvera, Sambuco, Valdieri, Valloriate, Vernante, Vinadio.

Area Terre di Langa e Monferrato (5 milioni per 43 comuni, di cui 33 astigiani e 10 cuneesi): Agliano Terme (Asti), Barbaresco (Cuneo), Belveglio (Asti), Bruno (Asti), Calamandrana (Asti), Calosso (Asti), Canelli (Asti), Castagnole delle Lanze (Asti), Castel Boglione (Asti), Castel Rocchero (Asti), Castelletto Molina (Asti), Castelnuovo Belbo (Asti), Castelnuovo Calcea (Asti), Castiglione Tinella (Cuneo), Coazzolo (Asti), Cortiglione (Asti), Cossano Belbo (Cuneo), Costigliole d’Asti (Asti), Fontanile (Asti), Incisa Scapaccino (Asti), Isola d’Asti (Asti), Mango (Cuneo), Maranzana (Asti), Moasca (Asti), Mombaruzzo (Asti), Mombercelli (Asti), Mongardino (Asti), Montabone (Asti), Montaldo Scarampi (Asti), Montegrosso d’Asti (Asti), Neive (Cuneo), Neviglie (Cuneo), Nizza Monferrato (Asti), Quaranti (Asti), Rocchetta Belbo (Cuneo), Rocchetta Palafea (Asti), San Marzano Oliveto (Asti), Santo Stefano Belbo (Cuneo), Treiso (Cuneo), Trezzo Tinella (Cuneo), Vaglio Serra (Asti), Vigliano d’Asti (Asti), Vinchio (Asti).

 

 

 

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente