La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Indipendenti: “Lo spostamento dell’ospedale sarà un durissimo colpo che farà morire l’altipiano”

Troppi gli abbandoni nel centro città che durano da decenni. Preannunciato un presidio davanti all’ex Policlinico per sabato 10 febbraio alle 11

La Guida - Indipendenti: “Lo spostamento dell’ospedale sarà un durissimo colpo che farà morire l’altipiano”

Cuneo – La sede gli Indipendenti di via Meucci era piena per l’incontro organizzato dal gruppo per parlare di che cosa significa lo spostamento dell’ospedale da Cuneo a Confreria. Armato di cartellone e pennarello, il capogruppo Giancarlo Boselli con Paolo Armellini, Luciana Cagna, Marco Verra e Vera Anfossi, tracciano sul foglio i “pezzi” di città nel centro che ancora, alcuni a distanza di decenni, sono abbandonati e vuoti. Un monito per cosa succederebbero l’abbandono del Santa Croce. E si chiamano la Stazione, lo stadio Paschiero e Villa Invernizzi ma anche l’ex Policlinico in corso Dante, gli ex Bagni pubblici e l’ex teatro Gil di lungoStura. Insomma per gli Indipendenti siamo di fronte a uno scenario non proprio da grande città attenta al consumo di suolo, ai cittadini e al recupero e alla valorizzazione del proprio patrimonio.

“Lo spostamento dell’ospedale, la più grande azienda della città, a Confreria, colpirà tutto l’altipiano e sarà un durissimo colpo che lo farà morire – spiega Giancarlo Boselli nel corso della presentazione – ma più pesantemente due quartieri che stanno già vivendo un momento difficile, Cuneo Centro e Cuneo Nuova. Il commercio già investito da troppe aperture di grandi centri commerciali che mandano in crisi le attività di prossimità e il settore alberghiero e quello della ristorazione che subiranno gravi danni dal venir meno del grande bacino di utenza del Santa Croce. A fronte di questo possibile panorama che si spera ancora di poter evitare servono grandi investimenti pubblici e privati per rigenerare gli edifici abbandonati e quelli che hanno bisogno di essere ristrutturati”.

Oltre a quello citati Boselli e & C riportano l’attenzione sulla richiesta di costruire una nuova piazza Martiri della Libertà con un parcheggio sotterraneo di prossimità. Per poi attaccare, come è già successo in consiglio comunale, la scelta della giunta di svendere il patrimonio comunale: “Bisogna recuperare l’edificio lasciato in eredità dal dottor Ferrero e non svenderlo a un valore sottostimato” hanno detto.
Queste le linee emerse dall’incontro di ieri degli Indipendenti che hanno preannunciato al termine dell’iniziativa un presidio davanti all’ex Policlinico per sabato 10 febbraio alle 11, per mettere fine a un abbandono pericoloso anche per la sicurezza che dura da decenni.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente