La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 21 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo, nel 2023 rispettate tutte le tempistiche Pnrr

L’anno che si apre avrà come protagonisti i cantieri, poiché per tutti gli interventi dovranno essere avviati i lavori

La Guida - Cuneo, nel 2023 rispettate tutte le tempistiche Pnrr

Cuneo – L’ente Comune di Cuneo ha saputo rispettare nel 2023 tutte le tempistiche previste dalle procedure legate ai progetti finanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Questo ha fatto sì che sia stato possibile ricevere gli acconti del 10% a seguito della stipula delle convenzioni con i Ministeri titolari delle risorse delle diverse Misure PNRR. Il rispetto delle scadenze ha però anche consentito di poter accedere alle risorse del “Fondo Opere Indifferibili” messe a disposizione per arginare l’aumento dei prezzi. Quindi agli iniziali 55.121.305 € di fondi PNRR che Cuneo si era aggiudicata, si sono aggiunti ulteriori 6.813.541,00 €.

Le singole convenzioni portano con sé una complessa e minuziosa attività amministrativa di monitoraggio e di rendicontazione degli interventi attraverso il sistema ReGiS, sviluppato dalla Ragioneria Generale dello Stato, modalità unica attraverso cui tutte le Amministrazioni e gli enti titolari di Misure e progetti finanziati dal PNRR devono adempiere agli obblighi. L’aggiornamento del sistema deve essere fatto secondo scadenze imposte che spesso coincidono con le cosiddette “milestones” fissate a livello europeo in base al meccanismo della performance (e da cui dipende il saldo delle tranches semestrali da parte della Commissione europea agli Stati membri): rispettarle è fondamentale per mantenere il finanziamento attribuito e quindi procedere nella rendicontazione delle spese sostenute e nell’iter realizzativo dell’intervento.

Quindi nel 2023 gli uffici del Comune di Cuneo hanno lavorato alacremente per portare avanti, da un lato, le progettazioni degli interventi previsti, e dall’altra per eseguire, attraverso il sistema ReGiS, gli adempimenti con cui dimostrare – a Commissione europea, al Ministero Economia e Finanze, ai singoli Ministeri titolari delle misure sulle quali il Comune di Cuneo ha ottenuto finanziamenti – l’avanzamento procedurale.

I principali appuntamenti hanno riguardato le scadenze per l’aggiudicazione dei contratti di appalto dei lavori (Palazzo Santa Croce, scuola di Borgo San Giuseppe, micronido di Madonna dell’Olmo, palestra di San Rocco Castagnaretta), l’invio della documentazione provante il rispetto dei cronoprogrammi di attuazione per i tredici interventi finanziati dal Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare (PINQuA), e l’avvio del pacchetto di interventi “PA Digitale”, di cui fanno parte il rinnovamento del sito internet comunale ed il servizio di notifiche digitali di atti.

L’anno che si apre avrà come protagonisti i cantieri, poiché per tutti gli interventi dovranno essere avviati i lavori; parallelamente continuerà un lavoro ancora più intenso per rendicontare le spese e dimostrare l’avanzamento fisico delle opere.

Una delle sfide di questo mandato amministrativo è riuscire a concludere tutti i progetti per i quali abbiamo ottenuto finanziamenti dal PNRR, una mole di risorse che non ha precedenti nella storia del nostro Comune. Possiamo essere davvero soddisfatti di come si è proceduto nel 2023. Devo ringraziare gli uffici per il lavoro competente e puntale che svolgono. Nel 2024 si vedranno sorgere i cantieri: sarà nostra cura e sforzo raccontare ai cittadini le trasformazioni che avverranno in città”, il commento della Sindaca Patrizia Manassero.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente