La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Mercoledì 4 ottobre la cabina di regia per il nuovo ospedale di Cuneo

Convocata dall'assessore Icardi in Prefettura per fare il punto sulla situazione

La Guida - Mercoledì 4 ottobre la cabina di regia per il nuovo ospedale di Cuneo

Cuneo – La cabina di regia sul futuro del nuovo ospedale di Cuneo ci sarà. È stata fissata una data ufficiale: mercoledì 4 ottobre alle ore 9 in Prefettura a Cuneo. La richiesta al Prefetto è arrivata dall’assessore regionale alla sanità, Luigi Genesio Icardi che convocherà tutti i portatori di interesse istituzionali per illustrare in modo ufficiale come stanno le cose, e per capire quale sarà il percorso e quali i tempi per arrivare al progetto del nuovo ospedale hub della Provincia di Cuneo. Al tavolo, oltre all’assessore, sicuramente sarà presente il presidente Alberto Cirio e il prefetto Fabrizia Triolo,  il commissario del Santa Croce e Carle Livio Tranchida, il presidente della Provincia Luca Robaldo, i sindaci di Cuneo, Patrizia Manassero e quello di Busca, come presidente dell’assemblea dei sindaci, Marco Gallo, la presidente della Fondazione Ospedale di Cnuneo, Silvia Merlo. E probabilmente anche i direttori generali di Asl Cn1 e Asl Cn2.
Non è la conferenza dei servizi che tutti si aspettano da maggio, come aveva annunciato proprio la Regione, ma un tavolo in cui sarà illusterato il cammino degli ultimi mesi, a partire dal processo di analisi del Ppp, il Partenariato Pubblico Privato e dalla dichiarazione di pubblico interesse che non c’è ancora. Il sistema “cabina di regia” era stato adottato dalla Regione Piemonte per Torino alla “Città della Salute e della Scienza”.

In questo momento il commissario Tranchida continua il suo lavoro di confronto con il privato che deve dare risposte alle tante osservazioni sul progetto ipotizzato del nuovo ospedale. Risposte, non solo di progetto ma anche funzionali ed economiche per capire se il partenariato potrà andare avanti con la firma della dichiarazione di pubblico interesse o meno. Solo da quel momento in poi potrebbero partire le procedure di bandi e affidamenti, ma per arrivarci sono necessarie anche le coperture finanziarie pubbliche.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente