La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Stop ai mezzi pesanti a Pornassio, niente tir sulla statale 28 del Col di Nava

Il provvedimento deciso dal sindaco del paese ligure fa temere forti ripercussioni per imprese e autotrasportatori, costretti all'unica alternativa: l'autostrada

La Guida - Stop ai mezzi pesanti a Pornassio, niente tir sulla statale 28 del Col di Nava

Cuneo – Da domani (venerdì 15 settembre) fino al 31 ottobre divieto di passaggio dei mezzi pesanti a Pornassio, Comune di circa 640 abitanti in provincia di Imperia, al confine con la Granda attraverso l’alta valle Tanaro.
Il provvedimento è stato preso dal sindaco del paese Vittorio Adolfo, che intende tutelare la viabilità e la sicurezza stradale del territorio comunale, tanto più dopo l’incremento di traffico pesante sulla statale 28, con la chiusura del colle di Tenda. Le uniche deroghe riguardano mezzi per il trasporto di persone, di soccorso o per il trasporto di merci (in entrata o in uscita lungo i confini del paese). Il periodo di un mese e mezzo interessa i tratti abitati del paese e viene indicato come sperimentale, con possibilità di rinnovo a novembre.
Lo stop, di fatto, blocca il collegamento tra cuneese e imperiese, ma anche tra il basso Piemonte e la Liguria, e in parte anche verso la Costa Azzurra e la Francia meridionale. L’unica alternativa rimane l’autostrada Torino-Savona, con una soluzione che però non piace a chi deve movimentare questi mezzi e si trova a fare i conti con strade più lunghe, pedaggi e cantieri.
Le reazioni non si sono fatte attendere, dal mondo delle imprese manifatturiere e dell’autotrasporto. Tra le voci fortemente contrarie, la Federazione Autotrasportatori Italiani della provincia di Cuneo, che si dice consapevole dei problemi esistenti su quel tratto ma chiede di evitare decisioni drastiche: per questo è stato richiesto un incontro con il primo cittadino del paese ligure.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente