La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 13 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Rivogliamo i treni sulle linee sospese!

Ieri il convegno nella stazione di Cuneo, oggi il treno storico per Torino nella Giornata Ferrovie delle Meraviglie

La Guida - Rivogliamo i treni sulle linee sospese!

Cuneo Ferrovie sospese: il Piemonte ha il record italiano. Su 38 linee della Penisola in cui è stato interrotto il servizio di trasporto passeggeri, 12 sono nella nostra regione. 

Una scelta che fu fatta nel 2009 per la crisi economica che ridusse il Fondo nazionale per i trasporti da 6 miliardi a 4,8. Se molte regioni hanno sopperito con fondi propri, la Regione Piemonte – Giunta guidata da Roberto Cota – ha tagliato il servizio pubblico in modo che non ha eguali”. Lo ha detto ieri, Anna Donati, portavoce dell’Alleanza per la Mobilità Dolce (AMODO) nel convegno organizzato per la Giornata delle ferrovie delle meraviglie 2023 (il 14 maggio) nella sala reale della stazione di Cuneo.

Erano presenti i rappresentanti delle associazioni di difesa delle linee ferroviarie e di tutela dei pendolari, consiglieri comunali, il consigliere regionale di maggioranza Gianluca Gavazza – che sulla politica dei trasporti la pensa in modo diverso dall’assessore Gabusi, ha detto – e molti cittadini, a testimonianza di quanto il tema sia sentito.

L'intervento di Anna Donati portavoce di Amodo, nella sala reale della stazione Fs di Cuneo

Un momento del convegno durante l’intervento di Anna Donati portavoce di Amodo, nella sala reale della stazione Fs di Cuneo.

È intervenuta anche la sindaca Patrizia Manassero: “Abbiamo bisogno di migliorare e velocizzare il servizio ferroviario per tutti i cittadini cuneesi che vanno a studiare e a lavorare a Torino. Recentemente con i sindaci del territorio abbiamo lavorato sulla Cuneo-Saluzzo-Savigliano e incontrato l’assessore Gabusi dal quale abbiamo ricevuto delle aperture per il futuro della linea, vedremo però come si concretizzeranno nell’autunno”. 

Il convegno ha anticipato la partenza questa mattina del convoglio storico https://laguida.it/2023/05/12/domenica-in-viaggio-con-un-treno-storico-da-cuneo-a-torino/ organizzato dalla Fondazione Fs “Un treno per la rinascita delle ferrovie secondarie piemontesi” diretto a Torino (fermate a: Busca, Saluzzo, Savigliano, Cavallermaggiore, Alba, Castagnole delle Lanze, Asti, Montiglio-Murisengo, Chivasso).

Il convoglio era pieno di Sindaci e associazioni decisi a sostenere le rivendicazioni dei territori di avere un servizio ferroviario di mobilità veramente sostenibile e integrata e di riavere un treno che arrivi regolarmente nelle loro stazioni.

Amodo con Legambiente, Italia Nostra, UTP AssoUtenti, Federazione Nazionale Pro Natura, Co.M.I.S Coordinamento per la Mobilità Integrata e Sostenibile, Comitato ferrovie locali Cuneo, Pro Loco Montiglio, Amicinbici, Asti Cambia, Osservatorio del Paesaggio Langhe e Roero, Ferroclub Cuneese, Comitato amici della ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza, FuturAlba, Gruppo Pendolari Cuneo Torino, chiedono alla Regione Piemonte: 

  • Pieno ripristino del servizio, come prima del Covid-19. In Piemonte è stato detto nel convegno siamo solo all’85% dei treni prima della pandemia.
  • Tempi certi per: l’annunciata riattivazione in autunno della Asti-Alba e Casale Monferrato-Mortara; elettrificazione  della Rovarolo-Pont; riapertura della Germagnano-Ceres. Notizie certe sulla riattivazione della Novara-Varallo Sesia e Arona-Santhià.
  • Un piano di riattivazione delle seguenti linee: Alessandria-Castagnole. (Alba); Alessandria-Ovada; Asti-Casale Monferrato; Bardonecchia-Modane; Casale-Vercelli; Ceva-Ormea; Cuneo-Mondovì; Cuneo-Saluzzo-Savigliano; Pinerolo-Torre Pellice; Bra-Cavallermaggiore.
  • Revisione del contratto stipulato tra Regione e Trenitalia per il servizio ferroviario regionale, perché presenta un’offerta insufficiente.
  • Offerta di biglietti e abbonamenti regionali integrati (ora solo per la città metropolitana di Torino) sul modello della Lombardia .
  • Migliori intermodalità e coincidenze evitando sovrapposizione concomitanza con il servizio bus
  • Riattivazione dei collegamenti a lunga media percorrenza (Asti-Alessandria-Piacenza- Bologna) e tirrenica (Asti-Alessandria-Genova-La Spezia a Livorno). Potenziamento del servizio Cuneo-Ventimiglia-Nizza.

Nell’occasione della Giornata delle ferrovie delle meraviglie 2023 è stata pubblicata da Amodo la III edizione del dossier “Futuro Sospeso”, dedicato alle linee ferroviarie sospese (scaricabile in formato digitale a questo link). 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente