La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 23 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Servono 10.000 lavoratori nei campi della Granda

Coldiretti Cuneo chiede un nuovo Decreto Flussi per rispondere al fabbisogno di manodopera. Servono raccoglitori di frutta, trattoristi, serricoltori..

La Guida - Servono 10.000 lavoratori nei campi della Granda

Cuneo – Le quote del Decreto Flussi non sono sufficienti a coprire il fabbisogno delle campagne del Cuneese. Lo avevano già denunciato settimane fa le associazioni di categorie e i sindacati, adesso, alla vigilia dell’estate e con l’avvio della stagione della frutta alle porte, Coldiretti Cuneo torna a lanciare l’allarme.
Secondo l’associazione degli agricoltori servono 10.000 lavoratori nelle campagne cuneesi per colmare la mancanza di manodopera che lo scorso anno ha duramente colpito il settore, in particolare servono figure specializzate come raccoglitori per la frutta e la vendemmia, trattoristi, serricoltori, potatori e tecnici dell’agricoltura 4.0 per guidare droni, leggere i dati metereologici ed utilizzare gli strumenti informatici.
“Si tratta di un fabbisogno da colmare con un Decreto Flussi aggiuntivo – dichiara il presidente di Coldiretti Cuneo, Enrico Nada -. È importante anche il nuovo sistema di prestazioni occasionali introdotto nella Manovra dal Governo e sostenuto dalla Coldiretti, che porta una rilevante semplificazione burocratica per facilitare l’avvicinamento dei cittadini italiani al settore agricolo”.
Al nuovo sistema di prestazioni occasionali possono accedere pensionati, studenti, disoccupati, percettori di Naspi, reddito di cittadinanza, ammortizzatori sociali e detenuti ammessi al lavoro all’esterno; al lavoratore vengono garantite le stesse tutele (contrattuali, previdenziali, assistenziali, ecc.) previste per gli occupati a tempo determinato.“L’auspicio è che non si ripetano più situazioni disastrose come quella che gli agricoltori cuneesi hanno vissuto nella scorsa annata, alle prese con una carenza sempre più strutturale di manodopera qualificata” evidenzia il direttore di Coldiretti Cuneo, Fabiano Porcu. Nel 2022, infatti,  una serie di impedimenti burocratici hanno prima rallentato pesantemente il rilascio dei nullaosta dei lavoratori stagionali extracomunitari e poi tagliato del 32% le quote assegnate alla Provincia di Cuneo con il Decreto Flussi a pochi giorni dall’inizio delle raccolte estive, pur in presenza di un numero ben superiore di istanze.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente