La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Entro metà febbraio la scelta tra pubblico e privato per l’ospedale di Cuneo

L'assessore Icardi fa slittare in avanti l'indicazione dell'Advisor tra il progetto Inail e il Ppp, partenariato pubblico privato

La Guida - Entro metà febbraio la scelta tra pubblico e privato per l’ospedale di Cuneo

Cuneo – Il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle, Elide Azzan, aveva annunciato che entro fine gennaio ci sarebbe stata la risposta dell’analisi delle proposte progettuali per il nuovo ospedale. Cioè l’Advisor, la Paragon Business, e il gruppo di lavoro aziendale di analisi del processo specifico clinico gestionale del futuro nuovo ospedale creato con l’Ausl Romagna, analizzando e comparando le varie proposte stanno per emettere ill cosiddetto PSC (Public Sector Comparator), che è il documento finale che indicherà quale sia il progetto più conveniente, se quello pubblico o quello privato.
Ora in una nota dell’assessorato alla sanità regionale, Lugi Genesio Icardi rimanda a metà febbraio la comunicazione da parte degli advisor individuati dall’Azienda ospedaliera il “Value For Money Assessment”, ovvero la migliore soluzione di realizzazione e finanziamento dell’opera pubblica.
“Per procedere – dice Icardi – al confronto è stato fatto un approfondimento sui costi attualizzati di progettazione, costruzione, finanziamento e dei servizi correlati (manutenzione, gestione energetica etc,.) posto che gli importi stimati da Inail (310 milioni) risultano non più coerenti con l’aumento dei prezzi registrato negli ultimi 2 anni. Senza entrare nel dettaglio dei calcoli e dei valori, rispetto ai quali è in corso una puntuale valutazione da parte dell’azienda, occorre ricordare che l’unico riferimento a livello nazionale in materia di confronto tra PPP e altre forme di appalto tradizionale, nonché l’unico documento con un’analisi statistica consolidata in merito alla valorizzazione dei rischi con riferimento agli appalti “classici” è quello in corso di redazione, basato sulla metodologia definita dal Dipartimento della Programmazione Economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in esito al quale verranno assunte le decisioni in merito alla migliore soluzione per la realizzazione dell’ospedale, nell’esclusivo interesse pubblico”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente