La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 14 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Stangata di inizio anno per l’autotrasporto

Confartigianato Cuneo: “Così non si può continuare. Con i nuovi aumenti di carburante e pedaggi si mette a rischio un intero comparto”

La Guida - Stangata di inizio anno per l’autotrasporto

Cuneo – Grido di allarme da parte di Confartigianato Cuneo per i forti aumenti che hanno accompagnato l’arrivo del nuovo anno. Con il 2023 ritornano le accise per benzina e gasolio e il prezzo aumenta di circa 20 centesimi al litro. Come se non bastasse, rincarano anche i pedaggi autostradali, con percentuali che incidono dall’1,5% fino al 4,5% sul costo precedente. Un’ennesima mazzata economica per un comparto, quello dell’autotrasporto cuneese, che in questi ultimi anni ha sopportato non soltanto le onerose fluttuazioni dei costi, ma anche i pesanti disagi dovuti ai numerosi cantieri dislocati sulle tratte autostradali e lo stop di alcune tradizionali vie di comunicazione a causa di gravi eventi ambientali.

“L’aumento dei pedaggi autostradali – commenta Claudio Berardo, rappresentante provinciale dell’Area Trasporti – si conferma una costante di inizio anno, sempre puntuale e inaccettabile. Siamo davanti all’ennesimo schiaffo al mondo dell’autotrasporto già piegato dal caro costi (carburante, pneumatici,
AdBlue, assicurazioni). In questi anni abbiamo subito una serie infinita di aumenti che però non hanno garantito un miglioramento del servizio, soprattutto sul fronte delle manutenzioni della rete autostradale. Incremento esagerato dei costi anche sui trafori alpini” . “Un ennesimo colpo – aggiunge Luca Crosetto, presidente di Confartigianato Imprese Cuneo – che rischia
di peggiorare ulteriormente le già pesanti difficoltà che da parecchio tempo affliggono l’intero comparto. Le imprese dell’autotrasporto, sotto la spinta ecologica, in questi ultimi anni hanno investito nel rinnovo dei mezzi e nell’applicazione delle nuove normative per contribuire ad una maggiore tutela ambientale. Oggi, si sta verificando quasi un paradosso: se da un lato si chiede all’autotrasporto di usufruire delle tratte autostradali e dei trafori internazionali per rendere più agevoli le percorrenze nell’ottica della sostenibilità, dall’altro, con questi costi eccessivi, ne si disincentiva l’utilizzo, spingendo le imprese a preferire i percorsi alternativi, più lunghi, impervi e soprattutto più inquinanti”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente