La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 22 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Mobilitazione contro slot machine, prime manifestazioni in Piemonte

La nuova legge regionale sul gioco d'azzardo, che toglie vincoli, non piace a tante fasce della società civile, che dicono no a chi favorisce questa piaga

La Guida - Mobilitazione contro slot machine, prime manifestazioni in Piemonte

Cuneo – Tra le prime reazioni alla nuova legge regionale sul gioco d’azzardo ci sono manifestazioni e forme di protesta per dire no all’allentamento dei vincoli pensati per tutelare le persone, soprattutto le fasce deboli, dall’esposizione a slot e altre occasioni di “gioco mangiasoldi”. Per combattere la piaga dell’azzardo nella società civile italiana c’è anche il movimento Slotmob, che ha già promosso centinaia di eventi per sensibilizzare sui danni del gioco patologico e chiedere l’intervento pubblico per combatterlo. Dopo la pandemia le fragilità sono aumentate, eppure, non solo in Piemonte, è in atto un rilancio di questo tipo di giochi.
I giovani della rete di “The Economy of Francesco”, una compagine di giovani economisti che lavora per un’economia virtuosa e non malata, hanno deciso di promuovere tramite Slotmob una manifestazione di protesta civile e di proposta che si attuerà sabato 10 luglio in numerose città di tutto il territorio nazionale. In Piemonte vi aderiscono Torino e Biella (già sede del primo evento Slotmob in Italia nel 2013).
“Tutto il gioco d’azzardo – sottolineano i promotori – è patologico, tossico, crea dipendenza, cattura i più fragili, consuma i poveri a scopo di lucro, inquina i territori, imbruttisce i centri storici delle nostre città, trasforma lo sport in una bisca di scommesse, e sottrae 88 miliardi l’anno all’economia di chi lavora onestamente. L’azzardo è nemico del bene comune! Come sappiamo in queste settimane il Piemonte sta vivendo l’amara vicenda del tentativo di abrogazione della legge n. 9 del 2016, una legge che ha posto la nostra regione all’avanguardia in Italia nella lotta contro l’azzardo. Ora è altissimo il rischio di veder reintrodurre slot e videolottery nei centri abitati, all’interno di bar, tabaccherie, sale gioco. La rete italiana del movimento Slotmob è vicina alla battaglia di tanti cittadini, associazioni ed enti locali piemontesi mobilitati in difesa della legge 9/2016, approvata allora all’unanimità dal Consiglio Regionale. Questa legge ha dato risultati straordinari e non va cambiata!”.
Il Gruppo piemontese di Economy of Francesco e Caritas Biella, nell’ambito della campagna Slotmob del 10 luglio, invitano a due eventi:
a Torino presso il “Bar-Caffetteria da Fabio” in Via Onorato Vigliani n. 162, dalle ore 15;
a Biella presso il “Mon Rêve café” in Piazza Fiume, dalle ore 17.
Il messaggio vuole essere quello che “un altro bar è possibile”, cioè un ritorno ai valori di socialità in questi locali, evitando che vengano trasformati in sale per il gioco d’azzardo.
“In tutta Italia ci muoveremo per stare a fianco di quei gestori di bar che hanno rinunciato alle slot, per sostenere un’economia sana e promuovere il gioco positivo”, è il messaggio dei sostenitori dell’iniziativa.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente