La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 4 marzo 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Versi per recuperare il tempo nella “casa del passato”

“Poesie”: un’autobiografia poetica di Alberto Rossi intessuta di ricordi e sentimenti sussurrati

La Guida - Versi per recuperare il tempo nella “casa del passato”

Quella di Alberto Rossi è come un’autobiografia poetica pervasa di nostalgia che mai si muta in dolore. È un’antologia di ricordi scandita in due parti ugualmente personali, vissute con l’intensità di sentimenti forti con cui leggere i giorni e le occasioni che offrono, da cui è difficile separarsi perché intimamente legate al proprio animo. Le composizioni sono segnate dalla percezione di un tempo che scorre portando con sé nuove esperienze, ma lasciando maturare nel cuore un infinito bisogno di amore, un “doloroso amore”, filtrato dalla memoria, che “dimentica lentamente”.
La prima parte, dedicata a ricordi familiari, appare segnata dal bisogno di recuperare questo tempo. Ne ha lasciato trascorrere tanto, confessa, ma è il momento di aprirsi a ritrovare ogni attimo. Basta una fotografia, un luogo, lo scampanellio della bicicletta. I giochi da bambino col padre, le sue risate, la raccolta del muschio per il presepe, poi il corridoio d’ospedale, il letto dove consumare l’ultimo pranzo di Natale, ultimo ma quello vissuto con maggior intensità, quello che rimane infisso nella memoria: tutto scorre in questi versi intessuti da “lacci invisibili d’amore”.
Sono presenze che l’autore percepisce vicine, aspettano solo “un po’ più in là, soltanto in un’altra vita”. Con loro intesse un dialogo silenzioso fatto di memoria e fugaci confessioni di figlio forse serbate nel cuore e ora finalmente libere di uscire allo scoperto. Vi riconosce un’eredità “l’immensa voglia di vivere (…) che ora io mi porto addosso”, ma anche un debito di gratitudine.
Nella seconda parte, “Caro amore”, è ancora la percezione di questo tempo che fatica a diventare passato a segnare le poesie. Di nuovo è la memoria a sorreggere i pensieri di relazioni spezzate “non volevo la fissità del vuoto”, di sogni che dolcemente hanno sorretto l’incedere dei giorni.
Sulla soglia della “casa del passato”, il lettore può sentirsi partecipe di queste emozioni, ma anche sa di rimanerne fuori. È uno scrigno personale quello che gli si apre davanti, da ascoltare in silenzio, da vivere in sintonia.

Poesie
di Alberto Rossi
Primalpe
11 euro

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente