La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 27 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È difficile dire addio a qualcuno e qualcosa

Due amici che si ritrovano e a sessant’anni si raccontano cose mai dette. Doyle è un maestro del racconto: le vite intere dei due protagonisti vengono rivelate attraverso dialoghi smussati

La Guida - È difficile dire addio a qualcuno e qualcosa

Davy e e Joe sono sempre stati grandi amici, anche se non si vedono da tempo, perché le loro vite li hanno portati su strade diverse. Si ritrovano davanti a una serie di birre a Dublino e si raccontano, segreti e confidenze, cose mai dette in questi 60 anni di vita trascorsa. Da giovani erano quasi “lo stesso uomo”, bevitori che hanno scoperto insieme il mondo degli adulti dei pub e si sono innamorati delle stesse donne, anche se Joe ha sempre avuto più fortuna. Poi la vita li ha divisi, si rivedono tutte le volte che Davy torna a casa dall’Inghilterra. Ma questo incontro è diverso, Joe ha bisogno di raccontare a Davy la storia di come ha incontrato una donna di cui erano entrambi innamorati, senza mai parlarle. Doyle è un maestro del racconto: le vite intere dei due protagonisti vengono rivelate attraverso dialoghi smussati in un pub squallido dopo l’altro, nel corso di una sconclusionata serata, comunicando in modo profondamente commovente di come le speranze e le paure possono sembrare fatiscenti quando li mettiamo in parole. Una grande storia che cerca di esplorare la difficoltà di dire addio a qualsiasi cosa, e l’esperienza di perdere le cose cercando di farle tornare. La sua osservazione più profonda è che i momenti sublimi della nostra vita appaiono spesso quotidiani e banali. E a ricordartelo è lì il vecchio amico da cui ti sei allontanato ma che ha bisogno tanto quanto tu hai bisogno di lui, perché entrambi vi conoscevate quando è iniziata la vita. I rituali che hanno fortificato i giovani uomini anni fa, ora devono essere rievocati per tenere a bada il dolore per due uomini nella tarda mezza età.
Dialoghi serrati e continui e poi  quelle ultime cinquanta pagine che non si possono non leggere tutto d’un fiato. Quando il racconto dei ricordi si fa racconto di vita vissuta in quel momento: un inaspettato letto di ospedale, e un padre che sta finendo i suoi giorni, con a fianco il figlio e l’amico del figlio che vivono insieme l’esperienza del distacco. Un libro nel libro, pagine che non si possono perdere.

 

Love
di Roddy Doyle
Guanda
18,50

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente