La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 19 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il 2020 anno eccezionale per l’Aido cuneese

La Granda al secondo posto della classifica delle province più virtuose, con 299 nuovi candidati donatori

La Guida - Il 2020 anno eccezionale per l’Aido cuneese
Il Presidente AIDO Sezione Provinciale di Cuneo Gianfranco Vergnano e l'artista Francesca Semeraro, autrice del dipinto legato al dono in essere nella sede AIDO di Bra


Il presidente Aido Sezione Provinciale di Cuneo Gianfranco Vergnano e l’artista Francesca Semeraro, autrice del dipinto legato al dono in essere nella sede Aido di Bra

Cuneo – Malgrado la pandemia e tutte le difficoltà ad essa correlate, il 2020 si è concluso con un bilancio decisamente positivo per la sezione provinciale cuneese dell’Aido, l’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule.
Lo scorso anno in Granda ben 299 persone si sono candidate ad essere nuovi donatori, per cui la sezione cuneese ha registrato una percentuale di crescita del 48% in ambito regionale e si è collocata seconda nella classifica delle province maggiormente virtuose, dopo Bergamo, terra natia dell’Aido.
In tutto il Piemonte nel 2020 le adesioni all’Aido sono state 666, su un totale in Italia di 5.546 nuove candidature.
Per aderire al sodalizio è possibile scaricare il modulo dal sito www.aido.it e successivamente inviarlo all’indirizzo aidoprovincialecuneo@hotmail.com.
I malati che necessitano di un trapianto in Italia sono 8.400, con 222 bambini in lista d’attesa.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente