La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 19 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Tentarono rapina a ufficio postale, un patteggiamento e due condanne

A Sanfront nell'agosto 2017, i tre non riuscirono a realizzare il colpo grazie alla prontezza di un'impiegata

La Guida - Tentarono rapina a ufficio postale, un patteggiamento e due condanne

Saluzzo – A tentare il colpo all’ufficio postale di Sanfront la mattina del 5 agosto 2017 erano stati in tre, ma solo uno di loro fu subito individuato e arrestato. Grazie alla descrizione fornita dall’impiegata della Posta, S. G. (pregiudicato 55enne di Torino) fu in breve tempo fermato dai Carabinieri di Saluzzo. Aveva ancora con sé lo zaino con oggetti per travisarsi e un guanto da lavoro per la mano sinistra, compatibile con l’altro guanto trovato sul luogo della rapina, perso nel precipitoso tentativo di fuga dopo il fallito attacco.
L’uomo ha patteggiato la pena, ma soprattutto ha fornito chiare indicazioni per risalire all’identità degli altri due complici che oggi (mercoledì 13 novembre) erano a processo a Cuneo. Uno dei due, L. C. di Sanfront, era l’autista del colpo, il proprietario della Fiat Multipla con cui era stato fatto il sopralluogo alla Posta e che diede a S. G. informazioni utili sul personale in servizio quel giorno. Il terzo uomo era E. G., abitante a Luserna San Giovanni: S. G. lo aveva conosciuto tempo prima, quando tutti e due svolgevano un tirocinio di lavoro nel periodo di semilibertà dal carcere. Era stato E. G. a mettere in contatto gli altri due, che non si conoscevano.
Quel giorno grazie alla prontezza di riflessi dell’impiegata delle Poste il colpo non andò a buon fine. La donna infatti fu avvicinata da S. G. mentre si accingeva ad aprire con le chiavi la porta sul retro dell’ufficio postale. L’uomo cercò di strapparle le chiavi dalle mani, ma lei reagì e si divincolò dalla stretta, dando l’allarme. Di qui la precipitosa fuga e il successivo arresto del rapinatore. Oggi la conclusione del processo di primo grado anche per gli altri due complici, che sono stati condannati a due anni e sei mesi di reclusione e a 650 euro di multa.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente