La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 26 febbraio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Caluma el vache”, rimettere al centro l’agricoltura e la montagna

Venerdì a Elva l'appuntamento con il ritorno di una mandria a valle e il confronto sui problemi di chi difende le terre alte allevando

La Guida - “Caluma el vache”, rimettere al centro l’agricoltura e la montagna

Elva – Un’iniziativa che riprende in modo originale la tradizione per farla rimanere forte e condivisa: domani (venerdì 4 ottobre) a Elva si tiene la seconda edizione di “Caluma el vache. Il ritorno della mandria a valle”, organizzato da Confagricoltura Cuneo con il Comune di Elva e l’Atl Cuneese, con la discesa dagli alpeggi (i capi sono quelli dell’azienda di Diego Mustat). Il momento vuole essere occasione per fare il punto sulle problematiche che interessano il comparto e richiamare l’attenzione sulle esigenze di chi lavora in montagna.
Il ritrovo è alle 11 in piazza del municipio; alle 11.30 partenza dal Bivio delle Traverse per seguire la transumanza fino alla località Molini; alle 12.15 rientro ad Elva per i saluti istituzionali e la consegna del premio “Cioca d’or” a un malgaro che da sempre svolge questo mestiere con passione; seguirà la “colazione del malgaro” sotto la tensostruttura della Pro Loco di Elva, davanti al municipio. Alla giornata parteciperanno anche gli alunni delle classi quarte della scuola primaria di Passatore.
“Dopo il successo e l’ampia partecipazione dello scorso anno a Prazzo (nella foto) rinnoviamo l’appuntamento con questa iniziativa – spiega Enrico Allasia, presidente di Confagricoltura Cuneo e di Confagricoltura Piemonte – che intende essere anzitutto un momento di confronto con le rappresentanze del mondo politico e istituzionale sulle problematiche e criticità legate alla pastorizia e alla montagna”.
“Va riconosciuto il ruolo centrale dei malgari – aggiunge Roberto Abellonio, direttore di Confagricoltura Cuneo – intervenendo concretamente a sostegno delle loro attività con misure che aiutino a contrastare i crescenti danni provocati dalla fauna selvatica, ad adeguare le strutture aziendali alle necessità di chi lavora in alta quota e a ridurre balzelli burocratici onerosi e obblighi normativi. Tanto si discute, a ragione, di tutela dell’ambiente e anche in quest’ottica va considerato quanto fatto da chi opera su un territorio impervio e tra numerose difficoltà, prestando un importante servizio di mantenimento dell’ambiente alpino”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente