La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Al Lanteri tre film sulla Riconciliazione

Tre proiezioni tra le iniziative in ricordo dell’eccidio di Boves. Polonia di ieri, Algeria e libano di oggi: vanno in scena la divisione e il bisogno del dialogo

Cuneo – C’è anche la voce dello schermo per le iniziative di “Cantieri di riconciliazione”, organizzati a Boves in occasione del 75° anniversario dell’eccidio nazifascista. La sede si sposta però a Cuneo dove il cinema Lanteri ospita una breve rassegna di tre film, organizzata in collaborazione con La Guida, intorno al tema della riconciliazione: “Agnus Dei”, “Uomini di Dio” e “L’insulto”.

Il primo, presentato lunedì 17 settembre, rimanda a un fatto storico della Polonia dell’immediato dopoguerra. Un convento di monache benedettine è dilaniato dalla violenza subita pochi mesi prima e ora si trova a dover gestire la gravidanza di sette monache. Film intenso che affronta con delicatezza il tema della maternità, ma anche pone l’urgenza di una riconciliazione con la vita per ritrovare la giusta dimensione umana senza entrare in conflitto con la fede.

Lunedì 24 settembre è la volta di “Uomini di Dio”. Ancora una volta è un fatto storico nell’Algeria contemporanea a chiamare in causa la disponibilità a rendersi accoglienti. Qui sono i monaci della piccola comunità di Tibhirine a confrontarsi con la violenza e a cercare strade che costruiscano dialogo. Le porte del loro monastero sono parte a tutti e pagano con la vita questa loro presenza accanto alla popolazione.

Lunedì 1° ottobre è la volta di “L’insulto” di Ziad Doueiri che porta nella Beirut contemporanea. Qui si apre una violenta disputa tra un profugo musulmano e un cristiano per parole pronunciate senza pensare in un impeto di rabbia. Uno scontro che presto va oltre la sfera privata e dilaga in fatto politico con ambedue i contendenti che diventano pedine di un gioco più grosso di loro. Il cammino di riconciliazione passa così attraverso un fugace sguardo che insieme denuncia smarrimento e disponibilità.

Tutti i film sono a ingresso gratuito con inizio alle 21.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.