La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 12 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Accesa la centrale del teleriscaldamento

Dall'area Agc d’ora in poi immetterà incessantemente l’acqua calda nella rete di 25 chilometri di tubi sotto la città

La centrale di cogenerazione del teleriscaldamento all'Agc

La centrale di cogenerazione del teleriscaldamento all’Agc

Cuneo – La centrale di cogenerazione del teleriscaldamento di via Genova presso lo stabilimento Agc ha acceso i motori e d’ora in poi immetterà incessantemente l’acqua calda nella propria rete, scaldando, per ora solo per l’acqua sanitaria poi dall’autunno per il riscaldamento, la moltitudine di edifici collegati. L’assetto cogenerativo è garantito da 7 motori endotermici a gas metano, abbinati a pompe di calore. In questa prima fase a fruire del calore saranno gli utenti allacciati del lotto 1 (Cuneo centro e zona storica) distribuiti lungo i 25 km già realizzati, ma la rete raggiungerà a regime 45 Km, con potenzialità di allaccio di oltre 500 utenze pubbliche e private. La produzione annua di energia termica prevista supererà i 150 GWh, mentre quella di energia elettrica, pari ai consumi annuali di circa 20.000 famiglie, sarà per la quasi totalità consumata dallo stabilimento Agc e dalle pompe di calore installate.

“Siamo soddisfatti – afferma Massimiliano Bettega, direttore della Wedge Power – occuperemo tutto il mese di agosto per verificare e ottimizzare il funzionamento dell’impianto con l’obiettivo di fornire il miglior servizio possibile già a partire da settembre“.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.